Red Bull Cliff Diving World Series 2018 – Lo spettacolo si sposta a Copenaghen

Romina Amato / Red Bull

Gary Hunt è pronto a conquistare per la terza volta il gradino più alto del podio danese. In gara anche Alessandro De Rose, deciso a scalare la classifica e a superare la brutta esperienza vissuta due anni fa proprio in questa tappa

Due laghi, un fiume e l’Oceano Atlantico: dopo aver fatto tappa in quattro tra le più belle location di tutto il mondo, sabato 25 agosto la Red Bull Cliff Diving World Series 2018 vola a Copenaghen per la 70° gara nella storia del campionato mondiale dei tuffi dalle grandi altezze, la più “nordica” della stagione e riservata alla categoria maschile. A fare da sfondo nella capitale danese, il Palazzo Reale di Amalienborg: pochi minuti dopo il tradizionale rito del cambio della guardia, i 14 atleti della World Series catalizzeranno l’attenzione del pubblico con le loro incredibili evoluzioni aeree, tuffandosi nel cuore di Copenaghen dalla piattaforma dei 27 metri montata sul tetto dell’Opera House, tra i più moderni e affascinanti Teatri d’Opera del mondo.

Per non perdere le spettacolari acrobazie dei cliff diver più coraggiosi del mondo, sarà possibile seguire la gara in diretta streaming a partire dalle ore 14.45 (ora italiana) sul sito www.redbullcliffdiving.com, su Red Bull TV*, sulla pagina FB del Red Bull Cliff Diving e su YouTube. La quinta tappa della World Series si preannuncia da brividi, con gli atleti decisi ad incrementare il coefficiente di difficoltà dei propri tuffi e a compiere evoluzioni sempre più complesse. In gara a Copenaghen, anche l’italiano Alessandro De Rose, che dopo l’ottima performance in Svizzera dove ha eseguito il terzo miglior tuffo della tappa, torna in piattaforma deciso a conquistare posti in classifica: “Mi sono già tuffato dal tetto dell’Opera House: è una location magnifica, con una vista mozzafiato sul cuore della capitale danese, ma onestamente non ne ho un bellissimo ricordo. Infatti proprio qui due anni fa – era la prima tappa del campionato 2016 – mi sono fatto male durante l’entrata in acqua. Ritorno in questa città con una preparazione molto diversa: per arrivare in gara al massimo della forma ho allenato i dettagli e affinato i particolari. Adesso rimango concentrato sull’obiettivo: continuare a fare bene e dare il meglio di me.”

Dopo essere tornato ad eseguire perfettamente i suoi avvitamenti a Sisikon conquistando la vittoria, Gary Hunt punta a trionfare a Copenaghen per la terza volta nella sua carriera. A sfidare il Brillian Brit, sarà il Campione mondiale in carica Jonathan Paredes, che si è assicurato un altro podio in Svizzera portando in gara un nuovo tuffo che ha lasciato a bocca aperta giuria e pubblico. Steven LoBue e Kris Kolanus si preparano a fare altrettanto presentando a Copenaghen evoluzioni composte da cinque salti mortali: il trentatreenne americano, unico atleta ad aver vinto due tappe in questa stagione, è determinato a confermare le proprie performance, rimanendo in testa alla classifica generale. La corsa al titolo di Campione mondiale della World Series non è mai stata così accesa: chi conquisterà la città della celebre Sirenetta?

CLASSIFICA GENERALE UOMINI
1- Steven LoBue USA – 540pts
2- Jonathan Paredes MEX – 420
3- Gary Hunt GBR – 410
3- Michal Navratil CZE – 410
5- Blake Aldridge GBR – 360
6- Andy Jones USA – 350
6- Kris Kolanus POL – 350
8- David Colturi USA – 330
9- Alessandro De Rose ITA – 229
10- Sergio Guzman (W) MEX – 170
WILDCARD – Copenaghen
Alain Kohl (LUX)
Kyle Mitrione (USA)
Nikita Fedotov (RUS)
Oleksiy Prygorov (UKR)
Sergio Guzman (MEX)

Valuta questo articolo

Nessun voto.
Please wait...


FotoGallery