MotoGp – Yamaha si scusa con i piloti, Valentino Rossi ringrazia ma… rincara la dose: “è da più di un anno che dico che…”

valentino rossi AFP/LaPresse

Le parole di Valentino Rossi dopo il disastroso sabato di qualifiche al Red Bull Ring e le scuse ufficiali da parte del team all’apertura del debrief Yamaha

Weekend complicato per la Yamaha, quello del Red Bull Ring. Il team di Iwata era ben consapevole che il Gp d’Austria sarebbe stato una brutta gatta da pelare per la squadra e i piloti, ma probabilmente non si aspettava un disastro come quello di oggi. Maverick Vinales è riuscito a qualificarsi per la Q2, nella quale però non è riuscito a far meglio dell’11° tempo, mentre Valentino Rossi non ce l’ha fatta a superare la Q1 ed è costretto ad accontentarsi di un deludente 14° posto in griglia di partenza.

valentino rossi

AFP/LaPresse

All’apertura del debrief Yamaha un clamoroso colpo di scena: i capi del team di Iwata hanno preso la parola per scusarsi ufficialmente con i loro piloti. “Sapevamo che su questa pista avremmo sofferto, ma speravo di fare meglio. Ho avuto anche sfortuna perché il passaggio alla Q2 è stato contrassegnato dalla prima prova, in cui la mia moto numero 1 si è rotta“, ha affermato Valentino Rossi in conferenza.

Abbiamo continuato a provare oggi, ma nella Q1 abbiamo sofferto molto, soprattutto con la gomma posteriore. Il morbido è troppo per la nostra moto. Partiremo dalla quinta linea, e qui dobbiamo prestare molta attenzione“, ha continuato il Dottore.

valentino rossi

AFP/LaPresse

E’ da più di un anno che sto dicendo cosa deve essere migliorato. Sette giorni fa ero in prima linea (a Brno) e domani partirò dalla quinta. Tutto dipende dal circuito. Quando sono arrivato in Yamaha, la squadra era peggio che nei guai. Ma hanno reagito e hanno investito molti soldi e persone nel progetto, e nel 2005 ho guidato la migliore Yamaha che abbia mai guidato. Ora dobbiamo fare lo stesso. Fino al 2015, quando i nostri ingegneri hanno lavorato con la centralina giapponese, siamo andati bene. Il problema è venuto con la centralina unica Magnetti Marelli“, ha affermato il nove volte campione del mondo.

valentino rossi

AFP/LaPresse

Ringrazio Yamaha perché chiedono perdono, ma l’importante è che reagisca. E’ una cosa bella. L’importante però non sono tanto le scuse, quanto mettere a posto veramente la moto. Ci vorrebbero risultati presto, perché da quel punto di vista siamo molto in ritardo. Ducati e Honda ci sono passati molto tempo fa. Penso che questa base di moto, con una buona elettronica, non abbia nulla da invidiare alla Ducati e alla Honda“, ha concluso.

GUARDA ANCHE >>> MotoGp – Valentino Rossi e le difficoltà in Q2: il gesto del Dottore ai meccanici durante le qualifiche in Austria [VIDEO]

Valuta questo articolo

Nessun voto.
Please wait...


FotoGallery