MotoGp – Valentino Rossi sereno ma crudo in Austria: “tra dire e il fare c’è di mezzo il mare”

valentino rossi AFP/LaPresse

Valentino Rossi sereno per il risultato ottenuto oggi in gara al Gp d’Austria nonostante le difficoltà Yamaha, ma sempre sincero e crudo col team per migliorare e rincorrere gli avversari

Una gara appassionante, oggi al Red Bull Ring: il finale del Gp d’Austria ha regalato emozioni al cardiopalma con la bagarre tra Jorge Lorenzo e Marc Marquez. Andrea Dovizioso non è riuscito a lottare fino alla fine con i suoi colleghi, ma è stata comunque una Ducati ad aggiudicarsi la vittoria di Spielberg, con Lorenzo sul gradino più alto del podio.

valentino rossi

AFP/LaPresse

Secondo posto dunque per Marquez, seguito sul podio da Dovizioso. Risultato ‘soddisfacente’ per Valentino Rossi: il Dottore ha chiuso al sesto posto il suo Gp d’Austria, nonostante la partenza dalla 14ª casella in griglia. “La differenza coni primi tre è stata abbastanza grande, questa è una pista dove sapevamo di dover soffrire di più ma è tutto l’anno che quei tre lì se sono a posto e non sbagliano sono comunque più veloci di me. Noi siamo la Yamaha ufficiale quindi dobbiamo guardare lì, è stata comunque una buona gara, abbiamo fatto una modifica al setting che mi ha aiutato a tenere un passo più costante, partivo dietrissimo, se fossi partito un po’ più avanti avrei potuto battagliare con Petrucci, ma da Crutchlow in su niente, anche lui andava più forte“, ha dichiarato il pilota Yamaha ai microfoni Sky al termine della gara.

valentino rossi

AFP/LaPresse

Quest’anno sono salito 5 volte sul podio e dove sono andato forte veramente è stato in Qatar e al Sachsenring e gli altri tre podi sono arrivati perchè uno tra quei tre lì è caduto o comunque non erano a posto e siamo riusciti a prendere punti e riesco quindi ad essere secondo in campionato, ma non siamo veloci per il podio, ci sono piste dove soffriamo di più e altre di meno, a Brno  sono riuscito a battere Crutchlow, ma qui lui ne aveva di più. Secondo me la Yamaha ha anche i suoi punti di forza, i telai ecc ecc sono molto bravi a farli, ma è anche una questione di approccio, gli altri rischiano di più, ci provano, sono più fantasiosi, investono di più, di quattro cose che non van bene magari una la azzeccano. Abbiamo parlato tanto, io ho sempre detto cosa pensavo, la situazione è questa dobbiamo migliorare, sappiamo dove, ma tra dire e il fare c’è di mezzo il mare“, ha continuato il campione di Tavullia.

valentino rossi

AFP/LaPresse

“Secondo me qui non si parla più di moto nuova dell’anno prossimo, un po’ come fanno in f1 dove cambiano anche i regolamenti, qui sono migliorie e sviluppo durante la stagione, quindi secondo me bisogna pensare ad adesso e non all’anno prossimo. Il regolamento è uguale per tutti gli altri ce la fanno quindi dobbiamo in qualche modo farcela anche noi“, ha affermato Rossi.

Alla fine sono abbastanza contento della gara, perché mi sono anche divertito. – ha aggiunto il Dottore come si legge su Motorsport – Il sesto posto era il massimo che potevo fare, perché partivo troppo indietro e poi il mio passo non era comunque niente di speciale. Sono partito bene e sono contento di essere riuscito a districarmi nelle prime due curve, perché quando parti là dietro è anche pericoloso. Poi ho fatto anche una bella gara e ho fatto anche diversi sorpassi. Stamattina abbiamo provato una modifica di set-up che mi è piaciuto subito. Non tanto perché mi ha reso più veloce, ma perché mi ha permesso di essere più costante con la gomma usata. Ho fatto una gara tutta con il mio passo e sono riuscito a rimontare. Nei miei calcoli speravo in un settimo o ottavo posto e invece ho finito sesto, quindi anche meglio del previsto. Sapevamo che su questa pista avremmo dovuto soffrire tanto, ma spero che nelle prossime gare riusciremo ad essere un pochino più competitivi”.

valentino rossi

AFP/LaPresse

Realisticamente, credo che le Ducati mi batteranno entrambe, perché ora sono vicine e sono più veloci. Però credo anche che su altre piste soffriremo meno. E’ chiaro che a me piacerebbe sempre lottare per il podio e quasi su tutte le piste loro tre sono stati più veloci quest’anno, quindi sarà dura. Però ci dobbiamo provare e spero che nelle prossime piste, più guidate, possiamo essere più vicini”, ha continuato il numero 46 della Yamaha. “L‘anno scorso quella di Silverstone è stata una delle gare più belle: sono partito in prima fila e sono andato davanti. – ha spiegato Vale – Ho fatto 16 giri in testa e ad un certo punto ho anche pensato di vincere, poi però Dovizioso e Vinales mi hanno battuto. Noi possiamo essere veloci, ma bisognerà vedere se anche lì Marquez e le Ducati saranno più veloci dell’anno scorso”.

Sulle modifiche da apportare alla sua M1 poi Valentino ha detto: “l’importante è cominciare a provare qualcosa. Misano sarà ancora più importante perché è la gara di casa. Ma non penso che in questi due test potremo fare una grande svolta. L’anno scorso a Misano non avevo corso perché mi ero fatto male, quindi sarebbe bello riuscire a fare un bel risultato anche per tutta la gente che verrà. Però prima di Misano pensiamo al test e a Silverstone”.



FotoGallery