MotoGp – Austria agrodolce per Dovizioso, Andrea sincero: “ho fatto scuola? Fa piacere ma scoccia un po’”

andrea dovizioso AFP/LaPresse

Andrea Dovizioso soddisfatto a metà dopo il terzo posto al Gp d’Austria: il commento del forlivese Ducati al Red Bull Ring

Una gara appassionante, oggi al Red Bull Ring: il finale del Gp d’Austria ha regalato emozioni al cardiopalma con la bagarre tra Jorge Lorenzo e Marc Marquez. Andrea Dovizioso non è riuscito a lottare fino alla fine con i suoi colleghi, ma è stata comunque una Ducati ad aggiudicarsi la vittoria di Spielberg, con Lorenzo sul gradino più alto del podio.

dovizioso

AFP/LaPresse

Secondo posto dunque per Marquez, seguito sul podio da Dovizioso che non è riuscito a lottare con i suoi due colleghi per tutto il corso della gara: “la prima parte stavo aspettando, Marc stava andando via ma non con uno strapotere, non ero così preoccupato, a metà gara volevo superare Jorge ci ho messo un sacco di giri a provare ma non ci sono mai riuscito, stacca forte, quello mi ha fatto consumare troppa gomma e mi ha fatto mollare troppo presto, ho dovuto mollare a 10 dalla fine. Peccato perchè credevo fossimo a posto, ma quando in prova non fai tot giri non puoi sapere la scelta della gomma, eravamo in tre con tre gomme diverse, non so se è questione di media o c’è un altro motivo, è un peccato“, ha dichiarato il forlivese ai microfoni Sky.

andrea dovizioso

AFP/LaPresse

Perdevo almeno in due curve e quelle curve mi lasciavano lì non riuscito ad attaccare Jorge, non la perdi nella trazione alta ma prima e quindi non ti inventi nulla, devi passare in quel punto lì per prendere velocità e non riuscivo più, peccato perchè in staccata avrei potuto frenare forte ma Jorge oggi non sono riuscito a superarlo. C’è un altro podio, punti importanti, c’è il lato positivo, c’è sempre quando fai queste prestazioni, non è andata come speravamo poteva andare meglio perchè abbiamo fatto terzi, c’è del positivo, quando non si ottiene il massimo del risultato è tutto positivo per capire ulteriori dettagli e fare sempre meglio“, ha continuato Dovizioso.

andrea dovizioso

AFP/LaPresse

Ho fatto scuola? Si probabilmente, l’anno scorso spesso siamo riusciti ad interpretare delle gare meglio degli altri, come è giusto che sia gli avversari studiano, come facciamo anche noi, si cerca di migliorare il migliorabile, fa piacere e scoccia un po’ perchè stanno migliorando anche loro“, ha concluso.

“Quando si può portare a casa di più e non ci riesci, ti girano le balle, come è giusto che sia. Purtroppo oggi ci sono stati tanti piccoli dettagli che messi insieme non ci hanno fatto essere competitivi. Sicuramente non aver fatto i turni sull’asciutto non ci ha fatto fare le scelte giuste con le gomme e questo è un aspetto. L’altro è l’attacco che mi ha fatto Marquez alla curva 3 al primo giro, perché mi ha fatto perdere tante posizioni e per fortuna sono riuscito a rimettermi subito terzo“, ha continuato Dovizioso a Motorsport.

Il nostro obiettivo deve essere quello di continuare a migliorare su quelle piste dove non siamo ancora al 100% ed agguantare Valentino, che sicuramente nelle prossime gare sarà sicuramente più competitivo. Inoltre bisognerà lottare con Jorge“, ha aggiunto il forlivese pronto per la prossima gara: “a Silverstone saremo sicuramente competitivi, Marc però l’anno scorso ha rotto il motore e forse era più veloce di noi. Poi non abbiamo vinto perché eravamo i più veloci, ma perché sono riuscito a fare la strategia giusta. Maverick credo che ne avesse di più, ma alla fine abbiamo vinto noi. E’ una pista tosta per tanti aspetti, quindi fare un pronostico è molto difficile. Dipenderà molto anche dalle buche, se ce ne dovessero essere di più dell’anno scorso, sarebbe molto complicato“.

Valuta questo articolo

Nessun voto.
Please wait...


FotoGallery