MotoGp – Il talento di Rossi e l’avvertimento a Lorenzo, Crutchlow diretto: “per Jorge sarà uno shock, vive nei sogni”

crutchlow AFP PHOTO / Juan MABROMATA

Cal Crutchlow, il talento di Valentino Rossi e l’arrivo di Lorenzo in Honda: la verità del britannico della LCR

Ancora qualche giorno di relax per i piloti della MotoGp prima di tornare in pista, a Silverstone, per un nuovo appuntamento col campionato Mondiale. Si prospetta un weekend di gara infuocato dopo la bagarre della settimana scorsa al Red Bull Ring tra Jorge Lorenzo e Marc Marquez, ma gli occhi sono puntatissimi anche in casa Yamaha dopo quanto accaduto in Austria.

valentino rossi

AFP/LaPresse

Proprio del pilota Yamaha, Valentino Rossi, ha parlato Cal Cruthclow in un’intervista a Tuttomotoriweb: “è un talento naturale e lo sta dimostrando anche quest’anno. Ha quasi 40 anni ma guida benissimo e si diverte come un teenager. Per lui ho il massimo rispetto. Dopo il ritiro? Rossi ha una passione per i rally… magari lo vedremo in pista sulle 4 ruote. Comunque sono convinto che sentiremo parlare di lui anche dopo il suo ritiro“, ha dichiarato il britannico.

Crutchlow si è poi focalizzato sul sogno di un posto nel team ufficiale: “il sogno di ogni pilota è quello di correre in un Team Ufficiale. Io sono in un Team molto professionale e ho il massimo supporto da Honda. Lucio è un Team Manager esperto ed attento che non mi fa mancare nulla. La squadra lavora benissimo e dopo 4 anni ci intendiamo al volo. C’è un’atmosfera famigliare che mi piace e mi serve per stare tranquillo e concentrato“.

jorge lorenzo

AFP/LaPresse

Interpellato anche dai microfoni di Speedweek, il britannico della LCR ha anche parlato dell’arrivo di Lorenzo in Honda: “per Jorge salire sulla RC213V sarà il più grande shock della vita. Per la Honda meglio un tracciato con tante curve? Lui vive in un mondo da sogno, adesso ha la moto più veloce in curva. I piloti Ducati si lamentano sempre delle scarse prestazioni della Desmosedici, ma se chiedete un parere a Dani e Marc anche loro saranno d’accordo con me, la Ducati al momento è la moto migliore anche in curva. Guardate Jack Miller o Tito Rabat: con la Honda avevano problemi, adesso che guidano la Desmosedici sono rinati. Se ne accorgerà l’anno venturo. E gliel’ho detto a Brno al parco chiuso“.

Valuta questo articolo

Nessun voto.
Please wait...


FotoGallery