Ciclismo – Incidente Michael Antonelli: la ricostruzione della terribile caduta, parla il presidente del team del corridore

Michael Antonelli

Dopo la notizia del peggioramento delle condizioni di Michael Antonelli, parla il presidente del team del corridore ricoverato in gravi condizioni all’Ospedale Careggi di Firenze

Michael Antonelli stava correndo la Firenze-Viareggio alle 10.30 di Ferragosto quando, in una curva in discesa a tutta velocità, è caduto in un burrone riportando gravissime conseguenze. Il corridore sammarinese, classe 1999, è finito in un precipizio insieme ad altri ciclisti all’altezza di Limestre, sull’Appennino Pistoiese, nel territorio di San Marcello Piteglio. Per il ciclista della Mastromarco Sensi Nibali si sono resi necessari da subito i soccorsi ed il ricovero presso il reparto di terapia intensiva dell’Ospedale di Careggi di Firenze. Ieri le notizie sulle condizioni di Michael Antonelli non si sono mostrate incoraggianti: lo stato di salute del ciclista ha registrato un peggioramento, facendo temere addirittura per la vita del ragazzo.

Michael AntonelliA raccontare i tremendi attimi della caduta, Carlo Franceschi, che in quel momento si trovava in ammiraglia con il ds Gabriele Balducci.  “Radiocorsa ha avvisato di una caduta, ma quando siamo passati c’era solo qualcuno sull’asfalto che si stava rialzando – ha raccontato il presidente del team di Michael a ‘Gazzetta dello Sport’ – Siamo stati chiamati successivamente da un’altra auto, che aveva notato dei ciclisti nel dirupo, e siamo tornati indietro. Quando ho visto la scena, mi sono gettato subito di sotto, ma Michael era già privo di conoscenza. La scarpata non era alta, saranno stati tre metri e mezzo, non c’erano massi o alberi. La velocità in quel punto però era molto elevata, tra i 60 e i 70 all’ora”.

“Ci siamo sentiti per telefono ed è aggiornato su tutto. – ha concluso Franceschi – I miei ragazzi sono come nipoti per me, Michael è riservato, tranquillo e determinato: un passista che sa difendersi anche in salita, con tutte le caratteristiche per fare l’atleta. Aveva incontrato qualche difficoltà nella nuova categoria, ma si stava ambientando. Il suo sogno è seguire le orme di Vincenzo (Nibali, ndr)”. 

Valuta questo articolo

Nessun voto.
Please wait...


FotoGallery