F1, la Force India evita il fallimento: papà Stroll rileva la scuderia con sede a Silverstone

Photo4 / LaPresse

Un consorzio guidato da Lawrence Stroll ha rilevato la proprietà della Force India, salvando così la scuderia dal fallimento

La Force India è salva grazie a Lawrence Stroll, padre del pilota canadese della Williams. Proprio nella giornata di ieri, gli imprenditori guidati da Stroll senior hanno rilevato la proprietà della scuderia con sede a Silverstone, evitandone dunque il fallimento come successo recentemente a Manor e Caterham.

force india

Photo4 / LaPresse

Il team era stato messo in amministrazione controllata dopo l’esposto presentato da Sergio Perez, uno dei creditori insieme a Mercedes che fornisce le power unit, situazione che ha messo in pericolo gli oltre quattrocento dipendenti. Gli amministratori però ieri hanno accettato l’offerta del consorzio, favorendo così l’inizio di un nuovo corso per la Force India già in mano adesso a Lawrence Stroll che, nella prossima stagione, potrebbe con ogni probabilità portare il figlio su una delle due monoposto rosa. “Questo passaggio di proprietà assicura un futuro alla Force India 1 – le parole del responsabile operativo del team Otmar Szafnauere consentirà alla squadra ed ai nostri piloti di poter affrontare la seconda parte della stagione con tutto il nostro potenziale. Siamo ovviamente molto contenti che un consorzio di investitori abbia creduto in noi come squadra e nel potenziale di business che la Force India può garantire nel lungo periodo. Ora possiamo guardare al futuro con serenità”.

Valuta questo articolo

Nessun voto.
Please wait...


FotoGallery