Blocco ripescaggi in Serie B, adesso è bufera: “è illegale”

Mauro Balata LaPresse/Jennifer Lorenzini

In Serie B sta succedendo davvero di tutto, si è scatenato il caos dopo la decisione di Balata di chiudere ai ripescaggi per la prossima stagione

“Abbiamo fatto presente alla Figc che le nostre società si sono espresse per non procedere ai ripescaggi. Noi riteniamo che questa richiesta possa essere accolta per diverse ragioni, soprattutto per il fatto che quest’iniziativa non avrebbe nessuna conseguenza sugli altri campionati. Quindi chiediamo di ridurre il numero di società senza ripescaggi e senza incidere sul meccanismo di promozioni e retrocessioni, non impattando sulle altre leghe”. Queste le parole del presidente della Lega B, Mauro Balata, alla Gazzetta dello sport, parole che sembrano spezzare i sogni di ripescaggio di Novara, Catania e Siena. Dopo tale esternazione di Balata, si paventa dunque una Serie B a 19 squadre, ma le reazioni sono state veementi.

LaPresse / ALFREDO FALCONE

Furente il presidente della Lega Pro Gravina, il quale a Tuttomercatoweb ha tuonato: “Credo principalmente che ci si dovrebbe sedere tutti insieme ad un tavolo, siamo leghe che fanno però parte dello stesso sistema, e questo atto di distruzione del calcio italiano qualcuno lo porterà sulla coscienza. Credo nella riforma dei campionati e nel rispetto delle regole, combatto l’arroganza e le forme di egoismo, e quando sento dire che si vuol ridurre la B in modo da dividere diversamente le risorse, trovo tutto vergognoso. Noi rimaniamo in attesa, ma di cosa alla fine? Le regole sono talmente chiare… Non c’è mai possibilità di dialogo. Ed è questa la tristezza del calcio italiano. I ripescaggi sono un diritto di tanti club in regola che hanno fatto sacrifici per rispettare tutti i parametri richiesti, perché bloccare i ripescaggi? E secondo voi io dovrei far partire i campionati con il rischio che tra un mese tutto venga stravolto dalla giustizia?”. Anche Lo Monaco ha parlato a nome del Catania abbastanza duramente: “E’ una cosa assolutamente illegale, non praticabile, andrebbe contro tutto e soprattutto contro le regole, non penso che nessuno si prenda la responsabilità di andare contro la legge, sarebbe abuso di ufficio. Oggi comunque ci sarà una conferenza di tutti i club interessati, anche perché, e in questo caso parlo per noi, abbiamo fatto tutto per bene, pagando ogni singola cosa nel pieno rispetto di quanto ci era stato richiesto: non si può cambiare adesso, sennò sarà una rivoluzione totale, noi ci tuteleremo in tutte le sedi opportune. I ripescaggi, benché tanti club dicano illegali, sono assolutamente un nostro regolare diritto, che tuteleremo in quanto tale”.



FotoGallery