Atletica, Europei di Berlino: il rammarico azzurro dopo la squalifica della staffetta 4×100

Filippo Tortu

Atletica, Europei di Berlino: la staffetta italiana della 4×100 è stata squalificata a causa di un cambio maldestro

Europei di Berlino, squalificata la staffetta italiana della 4×100 per un errato cambio di testimone. “Il patatrac al secondo cambio: il testimone fa fatica a lasciare la mano di Fausto Desalu per farsi agguantare da quella di Davide Manenti. Ai giudici non sfugge ed è inevitabile la squalifica della 4×100 azzurra per cambio fuori settore”, si legge sul sito della Fidal, Federazione Italiana di Atletica Leggera. “La gioia per il ritorno in finale con tutte le quattro staffette dopo vent’anni da Budapest 1998, dura meno di dieci minuti. Già di per sé il tempo non era luminoso, ma sufficiente per sbarcare tra le migliori otto (38.82), terzi nella batteria vinta dalla Francia (38.62) sulla Polonia (38.64). Buono il primo passaggio del bastoncino tra Federico Cattaneo e Desalu, a dir poco difettoso il secondo e il terzo (Manenti-Filippo Tortu). Appena superato il traguardo, il primatista italiano dei 100 si porta la mano sul bicipite femorale. E Manenti ne esce claudicante per una botta a una caviglia. Al posto degli azzurri -spiega la Fidal- entra il Portogallo, quinto nella prima batteria, quella dominata dalla super Gran Bretagna di Ujah, Hughes, Gemili e Mitchell-Blake (37.84) davanti al 38.30 di Olanda e Turchia e al 38.94 della Repubblica Ceca”. (Mac/AdnKronos)

Valuta questo articolo

Nessun voto.
Please wait...


FotoGallery