Voucher: Furlan, si torni a spirito L. Biagi, no in agricoltura e turismo

Roma, 12 lug. (AdnKronos) – “Noi noi siamo stati mai contrari in linea di principio ai voucher che sono uno strumento limitato che va utilizzato nello spirito della legge Biagi per lavori discontinui e temporanei, come quelli che riguardano i lavori familiari di cura e piccole attività di servizio a carattere episodico”. E’ quanto sottolinea oggi la Segretaria Generale della Cisl, Annamaria Furlan, in una intervista al ‘Corriere della Sera’.
“Ancora una volta si e’ aperta una discussione infinita e tutta ideologica sui voucher, che tra l’altro riguardano una quota davvero residuale della forza lavoro” aggiunge la Furlan. “Sono uno strumento ed un atto regolatorio che e’ stato utilissimo per far emergere quei lavori che erano sommersi o nel nero piu’ assoluto ma che tuttavia rappresentano una eccezione. Non devono sostituire altri strumenti contrattuali che gia’ ci sono. Non servono i voucher in quei settori come l’agricoltura o il turismo dove ci sono gia’ i contratti stagionali e dove in passato c’e’ stato un grande abuso”.
La Furlan sollecita anche il presidente del Consiglio Giuseppe Conte ad aprire un confronto con tutte le parti sociali su come rimettere in moto il Paese.La sindacalista chiede di sapere “quali sono le politiche e le strategie del governo su crescita e sviluppo, innovazione, ricerca, infrastrutture. Bisogna uscire dagli slogan elettorali, ci sono troppi ritardi nel Paese. Ora è il momento di affrontare questioni urgenti come la riforma del fisco e delle pensioni”.

Valuta questo articolo

Nessun voto.
Please wait...


FotoGallery