Vitalizi: domani atteso stop alla Camera, ma M5S teme ‘sgambetto’ Lega

Roma, 11 lug. (AdnKronos) – Dovrebbe essere domani la giornata decisiva. Quella in cui l’ufficio di presidenza della Camera abolirà i vitalizi, incassando il risultato di una delle battaglie fiore all’occhiello del M5S. Ma c’è un timore che agita i pentastellati: il dubbio di uno ‘sgambetto’ della Lega sulla strada dell’approvazione alla delibera Fico. Per questo, sin dalle prime ore del mattino, in molti tra i 5 Stelle temevano che l’ufficio di presidenza potesse addirittura saltare.
Dallo staff del presidente confermano invece che la riunione si terrà, fissata per le 13.30 di domani. E ricordano che il parere dell’avvocatura dello Stato sulla tutela legale, chiesta dai leghisti, è arrivata, dunque tutte le voci sono state ascoltate. L’appuntamento in agenda -che potrebbe segnare un risultato storico per i 5 Stelle- non è stato tuttavia sufficiente a sedare i timori grillini. “Finché non vedo non credo”, si lascia sfuggire con l’Adnkronos un esponente 5 Stelle del governo giallo verde. Non senza ricordare che nel contratto di programma siglato da M5S e Lega l’abolizione dei vitalizi c’è, scritta nero su bianco.
“Occorre ricondurre il sistema previdenziale (dei vitalizi o pensionistico) dei parlamentari – si legge infatti nel documento pilastro del governo Conte – al sistema previdenziale vigente per tutti i cittadini, anche per il passato”.



FotoGallery