Salvini in Russia a spese dei contribuenti italiani? I biglietti aerei del viaggio scagionano Matteo

salvini

Matteo Salvini, volato a Mosca in occasione della finale dei Mondiali di Russia 2018, è stato sommerso dalle critiche per le spese che avrebbe fatto sostenere ai contribuenti italiani: le cose però sembrano non stare proprio così

Matteo Salvini sugli spalti dello stadio Luzhniki di Mosca, ha fatto drizzare le orecchie agli italiani che si sono chiesti: “a spese di chi, il leader della Lega Nord è volato a vedere la finale dei Mondiali di Russia 2018?“. Un dubbio che ha particolarmente colpito i deputati del Partito Democratico, che solo qualche anno fa, avevano sentito criticare dal leghista l’allora Premier italiano, Matteo Renzi.

Salvini aveva criticato il democratico per l’aereo preso a spese dei contribuenti italiani, per presenziare al match degli Us Open tra Flavia Pennetta e Roberta Vinci. Matteo, attaccato dai colleghi di Renzi, si è discolpato dalle accuse parlando di un viaggio “organizzato e ospitato dalla Fifa”. “Non c’è stato nessun volo di Stato, – ha ammesso ancora Salvini – sono arrivato su un normalissimo volo di linea”. Un’ipotesi avvalorata dal giornale ‘Il Tempo’, che pubblica i biglietti del viaggio del Ministro dell’Interno italiano in Russia, in cui è chiaro che Salvini abbia viaggiato con la compagnia aerea Air Italy all’andata e con la Aeroflot Russian Airlines al ritorno.

Valuta questo articolo

Nessun voto.
Please wait...


FotoGallery