NBA – Curry e quella frecciatina a LeBron James: “Lakers? Sarà ancora una volta costretto a batterci”

LaPresse/Reuters

LeBron James ai Lakers alza, maggiormente, il livello della Western Conference, ma Steph Curry non ha paura: la squadra da battere è sempre Golden State

L’arrivo di LeBron James ai Lakers ha aumentato ancora di più la qualità della Western Conference. La franchigia giallo-viola ha ottenuto lo status di contender, per la sola presenza del numero 23, ma la folta schiera di pretendenti alla successione al trono degli Warriors è più agguerrita che mai a Ovest: dai Rockets ad OKC, passando per Timberwolves Pelicans e Blazers. La franchigia da battere però, resta sempre quella di Oakland. Lo spiega Steph Curry che, pur accogliendo l’arrivo di LeBron James ad Ovest con grande curiosità, ribadisce come il Re sia ancora una volta costretto a dover fare i conti con i bi-campioni NBA: “con LeBron nella Western Conference la competitività è ulteriormente aumentata. Le sue 8 Finals consecutive non fanno altro che aumentare l’attenzione. Sarà divertente per i fan: giocheremo contro di lui più spesso in regular season, e magari ci incontreremo di nuovo ai Playoff. Quindi questa Conference diventa sempre più forte, ma LeBron sarà ancora una volta costretto a batterci. Lakers? Non so che tipo di squadra saranno, perché hanno diversi giocatori nuovi e al momento non hanno una identità. Alla fine però riusciranno a sistemarsi e LeBron sarà la loro guida. Lui si trova in una grande città, è circondato da un grande ambiente e lavorerà con Magic Johnson”.

Valuta questo articolo

Nessun voto.
Please wait...


FotoGallery