Metro C, in 25 a rischio processo: c’è anche Alemanno

Roma, 19 lug. (AdnKronos) – Sono venticinque le persone che rischiano di andare a processo per i lavori della Metro C di Roma dopo la chiusura delle indagini da parte della Procura di Roma. I reati contestati, a vario titolo, vanno dalla truffa aggravata ai danni di enti pubblici alla corruzione fino al falso.
Tra i nomi ci sono l’ex sindaco di Roma Gianni Alemanno, l’ex assessore alla mobilità della Giunta Alemanno Antonello Aurigemma, l’ex assessore della Giunta Marino Guido Improta e l’ex dirigente del ministero delle Infrastrutture Ercole Incalza ma anche i dirigenti, all’epoca dei fatti, di Roma metropolitane e Metro C.



FotoGallery