Marchionne, parla il presidente dell’Aci Sticchi Damiani: “sono profondamente addolorato”

marchionne LaPresse/Photo4

Angelo Sticchi Damiani, presidente dell’Aci, dice la sua opinione sulla sostituzione di Sergio Marchionne ai vertici di Fca

Sono profondamente addolorato in questo momento così delicato per la grande Famiglia automobilistica italiana e così drammatico per Sergio Marchionne, la sua famiglia e quanti gli sono vicini”. E’ quanto dichiara Angelo Sticchi Damiani, presidente dell’Automobile Club d’Italia. “Il rapporto tra ACI e Fiat, ora FCA, – prosegue – ha radici nella nostra fondazione e non si può ridurre alla mera dimensione istituzionale ma si è sempre arricchito del costante confronto e della stima personali”. “In questo momento, il mio pensiero e il mio sostegno, come quello di tutta l’ACI, vanno, quindi, – sostiene in una nota – a chi in queste ore ha la grande responsabilità di continuare lo straordinario percorso di successi di FCA, che coinvolge decine di migliaia di lavoratori, in Italia e nel Mondo”. “Sono certo che, sotto la guida di John Elkan, – rimarca Sticchi Damiani – sapranno proseguire il formidabile lavoro e insegnamento svolto in questi anni da Sergio Marchionne, che ho avuto l’onore di conoscere ed apprezzare anche per le indiscutibili doti umane oltre che manageriali, campione nella visione, capacità e passione per l’auto”. (Sec-Arm/AdnKronos)



FotoGallery