Industria: Ucimu, 2018 ancora positivo, ma prolungare effetti misure 4.0 (2)

(AdnKronos) – Al presidente di Ucimu non piace “il ragionamento sulle delocalizzazioni” inserito nel Decreto Dignità, che prevede la restituzione del contributo pubblico ottenuto da un’azienda italiana che poi decide di delocalizzare la produzione. “Speriamo – dice Carboniero – che venga corretto in sede parlamentare”, perché, dice, ” appare come un pericoloso deterrente per quanti intendano sviluppare il proprio business. Le imprese italiane hanno la necessità di crescere e svilupparsi per presidiare i mercati stranieri. Il decreto non distingue tra delocalizzazione e internazionalizzazione”.
Anche il presidente di Confindustria, Vincenzo Boccia, plaude ai risultati del comparto ma avverte: “Dobbiamo stare attenti perché si prevede un rallentamento dell’economia globale nei prossimi anni e l’idea dei protezionismi non agevola. Questo significa che bisogna fare molto per rendere ancora più competitive le imprese italiane. Attrarre ricchezza nel Paese e spingere su questa direzione è un elemento essenziale per la seconda manifattura d’Europa”.

Valuta questo articolo

Nessun voto.
Please wait...


FotoGallery