F1 – Nessuna sanzione per Hamilton, la rivelazione di Whiting: “il precedente di Raikkonen? Ecco la verità”

LaPresse/Photo4

Il direttore di gara è intervenuto per spiegare cosa abbia spinto i commissari a non prendere alcuna decisione nei confronti di Hamilton

Un’ora e mezza per decidere, tanto è trascorso dalla convocazione di Hamilton fino alla decisione finale. I commissari di gara hanno voluto vederci chiaro sul comportamento di Hamilton, colpevole di aver attraversato la linea che delimita la pit-lane dalla pista.

Photo4/LaPresse

Un’infrazione che, da regolamento, comporta cinque secondi di penalità, una sanzione evitata dal britannico riuscito a difendere la vittoria ottenuta in Germania. Sulla questione è intervenuto Charlie Whiting, che ha spiegato i motivi della decisione: “ci vuole un po’ di tempo per essere certi che, se si ha intenzione di convocare una squadra, ci sia una buona ragione. Volevamo aspettare dopo la gara per dare un’occhiata, perché ci stavamo avvicinando alla fine. Poi ci sono stati la pioggia, i temporali e tutto il resto. Quando tutto si è calmato, abbiamo dovuto guardare in maniera approfondita e gli steward hanno deciso che avrebbero dovuto discutere con la squadra. Il precedente di Raikkonen? Non penso ci sia un precedente specifico, Kimi un paio di anni fa a Baku ha ottenuto una penalità di cinque secondi, ma quel particolare scenario era abbastanza diverso”.

Valuta questo articolo

Nessun voto.
Please wait...


FotoGallery