F1 – Due pesi e due misure, Hamilton graziato dai commissari: Raikkonen nel 2016 fu penalizzato per la stessa infrazione [FOTO]

Hamilton Photo4/LaPresse

Nel 2016 Kimi Raikkonen aveva ricevuto una penalità di cinque secondi per aver commesso la stessa irregolarità di Hamilton, un trattamento completamente diverso rispetto a quello tenuto dai commissari per il britannico

Due pesi e due misure, è questo il comportamento tenuto dalla FIA nell’analizzare due situazioni completamente identiche tra di loro. Il taglio della linea bianca commesso da Hamilton nel corso del Gp di Germania ha ricordato a tutti quello messo in atto da Raikkonen due anni fa nel corso del Gp d’Europa, costato al finlandese ben cinque secondi di penalità.

Photo4/LaPresse

Una sanzione che, invece, non è stata comminata a Lewis Hamilton al termine del Gp di Germania, che sarebbe potuta costargli addirittura la vittoria. Ricevendo la stessa sanzione, infatti, il britannico sarebbe scalato al secondo posto, in virtù dei 4.5 secondi di vantaggio su Bottas con cui ha vinto la gara. Sarebbero stati sette i punti in meno in classifica generale, che avrebbero permesso a Vettel di risalire a meno dieci. Niente di tutto questo però, dal momento che i commissari guidati da Mika Salo hanno deciso di lavarsene le mani, accampando scuse su scuse per evitare di privare Hamilton di una vittoria storica, raggiunta partendo dalla quattordicesima posizione. Questo il comunicato con cui la FIA ha deciso di graziare Hamilton: “I commissari sportivi dopo aver esaminato le immagini tv e aver ascoltato il pilota della monoposto numero 44 hanno convenuto che era chiaro che c’era stata un violazione della regola che non consente ai piloti di oltrepassato la linea che divide la pit lane dalla pista, ma nel decidere la sanzione dell’infrazione, hanno preso in considerazione una serie di attenuanti: il pilota e il team hanno ammesso candidamente l’errore, per il fatto che in quel momento c’era una gran confusione all’interno della squadra sull’idea di stare fuori o di rientrare nei box e questo ha portato all’infrazione che è avvenuta durante un periodo di Safety Car. In nessun momento vi è stato alcun pericolo per altri concorrenti e il cambiamento di direzione è stato eseguito in modo sicuro. Considerato quanto sopra, siamo del parere che una reprimenda è la pena appropriata per questa infrazione in questa occasione“.

Valuta questo articolo

Nessun voto.
Please wait...


FotoGallery