F1 – Marchionne lascia, dal rinnovo di Raikkonen al futuro di Leclerc: ecco come potrebbe cambiare il destino della Ferrari senza Sergio

LaPresse/Photo4

Louis Camilleri al posto di Sergio Marchionne in Ferrari, ecco come cambiano le scelte ai vertici della scuderia di Maranello con la sostituzione al vertice

Notizie poco confortanti sono giunte ieri sulle condizioni di salute di Sergio Marchionne. L’ormai ex amministrato delegato Fca ha dovuto cedere il passo a Mike Manley, suo successore, a causa di un’operazione alla spalla le cui complicazioni sarebbero state impreviste e gravi. L’assenza di Marchionne, anche dai circuiti di Formula Uno, potrebbe influenzare non solo un mero cambio di guardia (Louis Camilleri è il nuovo a.d. Ferrari), ma anche alcune decisioni che con il 66enne di Chieti, per la stagione 2019, sembravano prese. In primo piano pare rafforzarsi, con la dipartita di Marchionne, la figura di Maurizio Arrivabene, team manager del cavallino. In seconda battuta, il rinnovo di Kimi Raikkonen pare essere più impellente di quanto non lo sia mai stato. Il cambio ai vertici della Ferrari, infatti, potrebbe rimandare l’approdo di Leclerc in rosso e far rimanere invece (per il quarto anno di seguito) il finlandese a Maranello. Charles Leclerc, “pupillo” di Marchionne, potrebbe perciò restare per un altro anno in Alfa Romeo e la Ferrari, con Louis Camilleri nuovo leader, potrebbe preferire la figura ‘collaudata’ di Raikkonen. Non a caso forse Vettel, giovedì sul futuro del suo prossimo compagno in Ferrari, aveva svelato: “è giovane e può aspettare“.

 

Valuta questo articolo

Nessun voto.
Please wait...


FotoGallery