F1, Aldo Costa spiega i motivi del suo ‘addio’: “è arrivato il momento di passare il testimone ad una nuova generazione”

Lapresse/Photo4

L’ingegnere italiano ha spiegato i motivi della sua decisione, svelando di voler lasciare il team in mano alla nuova generazione

Il ciclo operativo di Aldo Costa alla Mercedes sta per concludersi, l’ingegnere italiano infatti ha deciso di defilarsi dopo otto titoli mondiali e oltre settanta vittorie.

LaPresse/Photo4

Lascerà il suo incarico in mano a gente fidata, addestrata a dovere durante questi anni. Interrogato sui motivi di questa scelta, l’ex Ferrari non ha nascosto la verità esprimendo al contempo soddisfazione per l’ottimo lavoro svolto nel corso degli ultimi 7 anni. “Sono stati un’esperienza fantastica, non sono dal punto di vista dei successi professionali, ma anche esperienze di vita che hanno arricchito me e la mia famiglia, rendendo la nostra mentalità più aperta e internazionale. Tornando al 2011, ho impegnato poche settimane per inserirmi nel team e dedicare tutto me stesso alla nuova sfida in Mercedes. La ragione che ha reso tutto ciò molto facile è stata l’attitudine dei miei colleghi, con il loro meraviglioso benvenuto, con il loro rispetto e l’approccio collaborativo che ho sempre trovato all’interno della squadra. Tutto ciò è particolarmente vero anche per quanto riguarda Toto: abbiamo condiviso una sfida professionale e anche la passione per le corse. Sono grato per la sua fiducia e il pieno sostegno che mi ha dato in tutto ciò che ho cercato di raggiungere. Abbiamo visto assieme i progressi fatti dalla squadra e l’abbiamo vista raggiungere il successo e ora la nostra sfida è quella di creare un gruppo ancora più forte per cercare di affrontare le sfide del prossimo decennio. Nel corso dell’ultimo hanno ho lavorato con Toto e James Allison per sviluppare il piano di successione a lungo termine per aiutare la prossima generazione di leader della squadra a svolgere il lavoro nel miglior modo possibile. Sono felice di passare il testimone nelle mani capaci di John e James e continuare a sostenere la nuova organizzazione come consulente tecnico per garantire prosperità nel futuro del team“.

Valuta questo articolo

Nessun voto.
Please wait...


FotoGallery