Dl dignità: Conte, ascolteremo Confindustria ma no a toni allarmistici

Roma, 18 lug. (AdnKronos) – “Confindustria fa la sua parte, ma secondo me fraintende. Leggendo con attenzione il decreto dignità non hanno nulla da temere. Non abbiamo abolito la possibilità di stipulare i contratti a tempo determinato, quindi se si dovessero usare toni allarmistici sarebbe assolutamente improprio”. Lo sottolinea il presidente del Consiglio, Giuseppe Conte, dopo aver partecipato ad una manifestazione per ricordare i vent’anni della Polizia postale e delle comunicazioni.
“Noi con quel decreto -spiega il premier -limitiamo la possibilità di utilizzare i contratti a tempo determinato”, con l’obiettivo di “contrastare il precariato a vita”, quindi “l’abuso dei contratti a tempo determinato non può essere l’obiettivo di Confindustria. Confindustria -conclude Conte- deve chiederci, in sede di conversione, qualche incentivo perchè il contratto a tempo determinato possa trasformarsi a tempo indeterminato e già ci abbiamo pensato”.

Valuta questo articolo

Nessun voto.
Please wait...


FotoGallery