Chelsea, Sarri si presenta: “proverò a portare il mio stile in Premier, il mio obiettivo è vincere qualcosa”

L’allenatore toscano ha parlato per la prima volta dopo l’ufficialità del suo passaggio al Chelsea, non dimenticando il suo periodo napoletano

Innanzitutto devo dire grazie alla gente di Napoli perché mi hanno aiutato in ogni modo in questi tre anni. Li amo molto, li amerò per sempre“.

Guardiola

LaPresse/PA

Maurizio Sarri non dimentica Napoli nella sua prima intervista da allenatore del Chelsea: sono stato fortunato a trovare dei giocatori adatti al mio stile di gioco – aggiunge il tecnico toscano alla tv del club londinese – in particolare ho voluto con me Jorginho che non è forte fisicamente ma ha una velocità di pensiero incredibile oltre ad un grande talento tecnico”. Sarri non vede l’ora di provarsi in Premier League: “allenavo in Serie B cinque anni fa, ora sono in uno dei club più importanti d’Europa. Sarà eccitante giocare contro alcuni dei migliori allenatori in circolazione come Guardiola, Mourinho, Pochettino, Klopp. Il Chelsea è una grande squadra, il problema è che in Inghilterra ci sono altri 4-5 grandi squadre. Proverò ad importare il mio stile e spero che i tifosi mi sosterranno in qualsiasi momento. Allenare il Chelsea e giocare a Stamford Bridge è un sogno, proverò a vincere qualcosa”. Infine una battuta su Pep Guardiola, allenatore del Manchester City: “è un amico per me, per questo parla sempre bene di me“. (ADNKRONOS)

Valuta questo articolo

Nessun voto.
Please wait...


FotoGallery