Juventus, Caldara pronto a sorprendere: “voglio meritarmi questa maglia”

caldara Foto Twitter Juventus

Mattia Caldara si è presentato oggi ai tifosi della Juventus dopo il suo arrivo dall’Atalanta ufficializzato già nella passata stagione

“Questo è un momento molto importante per me, ne sono consapevole, sono in una grande squadra e devo dimostrare di meritarmela”. Sono le prime parole da bianconero per il difensore Mattia Caldara nel giorno della sua presentazione alla Juve dopo due stagioni di altissimo livello all’Atalanta, dove ha conquistato in entrambe le annate un prestigioso posto in Europa. Il difensore da lunedì si allena con i nuovi compagni allo Juventus Training Center della Continassa. “Il Centro Sportivo è di altissimo livello, ha dei campi perfetti, con una struttura e una palestra importante. La mentalità che ho visto subito è vincente: basta vedere come si allenano Chiellini e Barzagli per capire perché la Juventus vince ogni anno”. Caldara ha detto che il suo modello, fin da piccolo, è stato “Nesta e infatti ho preso il 13 per lui”. Alla Juventus trova però un altro suo idolo. “Giorgio Chiellini. Ho il suo poster in camera. Giocare insieme a lui quest’anno è motivo di orgoglio, già nei primi allenamenti mi sta aiutando a parlare un po’ di più in campo ed aiutare i compagni. Di Chiellini, quando gioca, prenderei l’attenzione e come si muove sull’uomo. Di Barzagli invece vorrei avere la sua lettura sui palloni sia in fase di possesso che in quella di non possesso”. Ma Caldara avrà la possibilità di giocare con Cristiano Ronaldo. “Sono emozionato e curioso di vedere come si allena Ronaldo. C’è molto entusiasmo, credo che la società abbia fatto un’impresa a portare qui il miglior giocatore del mondo”.

LaPresse/Mauro Locatelli

Il nuovo difensore bianconero cercherà di dare il massimo. “Qui c’è molta concorrenza, ci sono giocatori forti nel mio ruolo, ma questo mi stimola a dare sempre di più. Cercherò di migliorarmi tutti i giorni. L’obiettivo è di giocare il più possibile, voglio sfruttare le mie chance e dimostrare che valgo questa maglia”. Dal momento in cui ha varcato il cancello dello Juventus Training Center della Continassa, Caldara è stato subito colpito da Massimiliano Allegri. “Il Mister si capisce subito perché ha vinto così tanto. Sa gestire i grandi giocatori, sa scherzare e sa essere severo”. Da avversario, con la maglia dell’Atalanta, ha affrontato in diverse occasioni la Juventus. “Mandzukic è stato l’attaccante più difficile da marcare quando giocava da prima punta, sia a livello fisico che caratteriale. E poi c’è Douglas Costa: l’anno scorso aveva qualcosa in più rispetto a tutti gli altri, sa saltare l’uomo, è un giocatore fenomenale. Infine ha sottolineato l’importanza della famiglia. “Senza la mia famiglia non sarei qui, mi sono stati vicini nei momenti difficili, è merito loro se sono arrivato alla Juventus. Devo ringraziarli, così come la mia ragazza: sono felice di avere intorno tante persone che mi vogliono bene”, ha concluso Caldara. (Red-Spr/AdnKronos)



FotoGallery