Torino, tifosi furibondi: il presidente Cairo fa il (triste) punto sul mercato granata

Cairo LaPresse/Fabio Ferrari

Cairo è tornato a parlare delle mosse di mercato che il Torino metterà in atto in questa sessione di calciomercato davvero magra

“In attacco abbiamo Belotti, Falque, Ljajic, Niang, l’acquisto più costoso del Toro, e Edera: anche se ne vendi uno te ne rimangono quattro. Il mister è più interessato avere qualcosa dietro che in avanti. Abbiamo già speso 49 milioni, compresi i riscatti di alcuni calciatori, mentre ne abbiamo incassati 10. L’aver trattenuto i giocatori più importanti – aggiunge – è fondamentale per far bene. Il mercato deve essere funzionale alle richieste dell’allenatore. Obiettivi? Non voglio parlare di un obiettivo in particolare. Questa è una squadra costruita per fare bene, poi sarà il campo a parlare. Ovviamente se ci sarà l’opportunità di completare la squadra, agiremo ancora”. Il presidente del Torino, Urbano Cairo, sorprende tutti con parole che di certo non faranno piacere ai tifosi. Il quadro proposto dal patron granata non fa pensare a nuovi acquisti, anzi, rivela l’intenzione di dover incassare data la ‘distanza’ tra i 49 milioni spesi ed i 10 incassati a detta di Cairo. Un mercato sinora deludente ma dispendioso dunque, staremo

Valuta questo articolo

Nessun voto.
Please wait...


FotoGallery