Volleyball Nations League femminile – Il Presidente Cattaneo elogia le azzurre

Volleyball Nations League femminile: il bilancio del presidente Cattaneo

Si è conclusa la scorsa settimana la Volleyball Nations League della nazionale femminile italiana e, mentre gli azzurri nel week end riceveranno il calore del pubblico di Modena, per il presidente federale Pietro Bruno Cattaneo è tempo di bilanci: “Sono convinto che il percorso delle azzurre sia stato assolutamente positivo, anche se come è ovvio c’è il dispiacere di non essersi qualificati alla Final Six. Con un calendario così fitto, però, era impensabile portare la squadra al completo in tutte le tappe e quindi sin dall’inizio abbiamo condiviso pienamente la scelta del ct Mazzanti di dare il meritato riposo alle giocatrici reduci dalle finali Scudetto. Detto questo è innegabile come nel corso della VNL la squadra dal punto di vista del gioco sia cresciuta in maniera importante. Dopo le difficoltà iniziali le nostre ragazze sono state capaci di superare tutte le formazioni più forti al mondo: Cina, Serbia, Olanda e Brasile. In particolar modo le ultime due avversarie era tantissimo tanto tempo che non riuscivamo a batterle in una competizione ufficiale. In molte partite si è rivista la splendida squadra che lo scorso anno entusiasmò tutti, disputando uno splendido World Grand Prix. Le otto vittorie consecutive, con le quali abbiamo chiuso il torneo, sono un ottimo segnale per intraprendere la marcia d’avvicinamento al grande appuntamento della stagione: il Campionato Mondiale femminile in Giappone.

Un’altra nota molto positiva della Volleyball Nations League – prosegue Cattaneo – è il fatto che alcuni giovanissimi talenti azzurri abbiamo potuto fare tanta esperienza ad alto livello. Diverse ragazze erano al primo impegno internazionale con la nazionale seniores, eppure, hanno risposto alla grande e faccio i complimenti al ct Mazzanti per come ha saputo gestirle. Sono convinto che saranno un valore aggiunto per questa stagione, così come per gli anni a venire. Oltre alle giovani, ovviamente, voglio menzionare anche le atlete più esperte che hanno confermato come l’ossatura della squadra sia ben delineata: quando si ha alle spalle una struttura così solida, l’inserimento di nuovi elementi è molto più agevolato”.

Ho ancora negli occhi le bellissime immagini della partita conclusiva tra Italia e Brasile – conclude il presidente – Il PalaSele è stato fantastico, 6000 persone hanno incitato per tutto il tempo le nostre ragazze regalando a tutta la pallavolo italiana uno splendido spettacolo. Non era per niente facile che ciò accadesse in una gara infrasettimanale. Siamo, inoltre, soddisfatti di aver contribuito a riportare dopo tanti anni nell’impianto di Eboli un evento sportivo di livello mondiale. Con grandi sforzi abbiamo apportato dei miglioramenti significativi ad una struttura che speriamo in futuro venga adeguata agli standard organizzativi di alto livello. Nel corso della tre giorni, inoltre, molti appassionati hanno avuto la fortuna di scoprire Eboli e suoi meravigliosi dintorni: una città che spesso viene ricordata solo per il celebre libro di Primo Levi, ma invece è ricca di posti da visitare. Il mio ringraziamento va quindi alle autorità e agli organizzatori locali, oltre a tutte quelle persone che con passione e impegno hanno reso possibile la riuscita dell’evento”.



FotoGallery