Ue: Rosato, Borghi su euro e Salvini ci isolano in Europa

Roma, 22 giu. (AdnKronos) – “Ammesso e non concesso che non ci sia una relazione immediata tra la nomina di due euroscettici alla guida delle commissioni Bilancio e Finanze di Camera e Senato e l’aumento dello spread registrato ieri, vorrei sommessamente far notare che oggi Borghi insiste. In un’intervista al ‘Corriere’ ribadisce che lasciare l’euro, per l’Italia sarebbe positivo. Certo, non è nel programma in modo esplicito (perché l’idea dei titoli di stato di piccolo taglio per pagare i debiti della P.a. da usare come valuta alternativa, c’è…) e non è idea condivisa dal ministro dell’Economia Tria”. Lo scrive su Facebook Ettore Rosato, vicepresidente della Camera, del Pd.
“Rimane il fatto – aggiunge – che affermazioni simili, unite a quelle di Salvini, alla superficialità con cui i ministri annunciano sequestri di navi e porti, promettono tagli di tasse e coperture impraticabili, ci rendono ridicoli in Europa, ci isolano e ci fanno guardare con sospetto in una fase in cui invece avremmo piuttosto bisogno di collaborazione e disponibilità. Dentro e fuori i nostri confini”.



FotoGallery