Tennis – Torneo Avvenire, le imprese degli italiani in gara

54° Torneo Avvenire - 2018 Milano - Paoletti Matilde (ITA)

Al Torne Avvenire la giovane Italia del tennis a testa alta, imprese per Darderi e Cobolli

Gli incroci degli ottavi di finale parlavano chiaro. Mercoledì sarebbe stata una giornata chiave per i giovani italiani impegnati al 54° Torneo Avvenire e la risposta è stata più che positiva.

Nel tabellone maschile sono cinque gli azzurri ad accedere ai quarti di finale partendo dalla testa di serie numero uno Luca Nardi a cui bastano due set per sbrigare la pratica spagnola di nome Turriziani Alvarez. Il derby italiano tra Maestrelli e Gigante finisce purtroppo anzitempo in favore del primo a causa del ritiro dell’avversario all’inizio del secondo set. Per il pisano Maestrelli i derby, però, non sono finiti visto che al prossimo turno lo aspetta proprio Nardi.

Grandi imprese quelle compiute da Leonardo Malgaroli, Luciano Darderi e Flavio Cobolli. Il giovane bergamasco elimina l’ungherese Petr Fajta testa di serie numero due. Una partita che Malgaroli gestisce dall’inizio alla fine chiudendo con un doppio 6-1.

Da applausi anche la vittoria dell’italo-argentino Darderi che passa l’anno facendo la spola tra Buenos Aires e Roma. Contro il serbo Popovic, l’azzurro perde il primo set al tie break e sembra soffrire lo spostamento del match sul campo coperto a causa della pioggia. “Non ero più abituato a giocare al chiuso – racconta Darderi – ero un po’ teso e non sono partito al meglio. Per fortuna ho preso confidenza col campo e ho iniziato a spingere di più finendo per vincere una partita molto dura”. Una vittoria che fa dimenticare l’inconveniente capitatogli la sera prima, quando ha scoperto a sue spese (in tutti i sensi) che il servizio lavanderia in hotel non è propriamente economico. Nei quarti di finale lo aspetta la sfida col compagno di doppio Malgaroli: “Ci conosciamo da tanto anche se è la prima volta che giochiamo insieme il doppio. Mi aspetto un’altra partita dura, lui è molto bravo con servizio e diritto, dovrò cercare di giocare sui suoi punti deboli”.

La lunga giornata dei singolari si chiude sul centrale con la spettacolare sfida tra Flavio Cobolli e l’uruguaiano Francisco Llanes. Il tennista romano perde il primo set al tie break, annulla un match point del sudamericano nel secondo, vinto 7-5, e vola nel terzo chiuso sul 6-2. Nei quarti di finale lo attende lo spagnolo Mario Gonzalez Fernando, mentre si ferma la corsa di Alberto Orso sconfitto dal brasiliano Boscardin Dias che affronterà l’altro spagnolo Rincon.

Nel tabellone femminile sono invece tre le azzurre che passano il turno. Si tratta di Asia Serafini, Matilde Paoletti e Arianna Zucchini che vince il derby contro Beatrice Stagno. Nei quarti di finale se la vedranno rispettivamente con la turca Sepken (che elimina la testa di serie numero uno Ruzic), l’austriaca Karner (vincente sulla nostra Cherubini) e la russa Andreeva. Per Serafini e Paoletti cammino finora perfetto senza aver mai concesso un set alle rivali.

In totale sono dunque 8 gli italiani ai quarti di finale, con due ragazzi azzurri già sicuri di accedere alle semifinali visto il doppio derby del giovedì. Doppiato il risultato della scorsa stagione, quando solo in quattro (tre ragazzi e una ragazza) arrivarono alla seconda metà della settimana. Nel tabellone maschile troviamo anche due spagnoli e un brasiliano, più variegato quelle femminile dove sono ancora rappresentate Belgio, Turchia, Russia, Croazia e Austria. Tanta Italia, ma l’Avvenire non perde mai il suo fascino internazionale.

Valuta questo articolo

Nessun voto.
Please wait...


FotoGallery