Porsche Carrera Cup Italia: Rovera concede il bis a Misano

Il campione in carica di Tsunami RT – Centro Porsche Padova vince anche gara 2 del quarto round dopo le penalty comminate a Fulgenzi e Mosca, allungando in vetta alla classifica

Dopo un’altra gara ricca di colpi di scena e duelli al limite, è ancora Alessio Rovera a trionfare nel quarto round della Carrera Cup Italia, di scena al Misano World Circuit. Sul tracciato intitolato a Marco Simoncelli, dopo essersi imposto dalla pole position sabato in gara 1, il campione in carica di Tsunami RT – Centro Porsche Padova ha vinto gara 2 e allungato in testa alla classifica generale grazie a una strategia di gara accorta e una condotta mai oltre il limite, precedendo Diego Bertonelli (Dinamic Motorsport – Centro Porsche Bologna), anche lui autore di una gara senza sbavature, e Daniele Cazzaniga (Ghinzani Arco Motorsport – Centri Porsche di Milano), autore di una grande rimonta dalla 17esima posizione sulla griglia di partenza. Il prossimo round del monomarca tricolore di Porsche Italia, il quinto stagionale, è in programma al Mugello dal 13 al 15 luglio.

Numerosi i colpi di scena, compresi due ingressi della safety car, che a Misano hanno caratterizzato una delle gare più intense della stagione. Rovera, Bertonelli e Cazzaniga erano in realtà stati preceduti sul traguardo da Enrico Fulgenzi (Ghinzani Arco Motorsport – Centro Porsche Latina) e Tommaso Mosca (Tsunami RT – Centro Porsche Padova), ma entrambi sono stati penalizzati di 5 secondi per una manovra di sorpasso ai danni di Gianmarco Quaresmini portata a buon fine oltrepassando i limiti della pista; Fulgenzi alla curva del Carro, Mosca poco dopo alla prima curva. Fulgenzi era stato classificato settimo, ma poi è stato escluso per non essersi presentato alle operazioni di peso. Mosca, invece, è alla fine sesto, alle spalle del trio sul podio e di altri due piloti di Ghinzani Arco Motorsport – Centri Porsche di Milano: Riccardo Cazzaniga, quarto dopo il settimo posto di gara 1 nel weekend d’esordio sulla 991 GT3 Cup gen.II, e Luca Segù, quinto dopo una lunga rimonta dal fondo dello schieramento, dove era stato costretto dallo sfortunato ritiro in cui era occorso sabato.

Alle spalle dei primi sei, il settimo posto assoluto permette ad Alex De Giacomi (Tsunami RT – Centro Porsche Padova) di bissare il successo già ottenuto in gara 1 nella Michelin Cup. Un altro successo che permette al gentleman driver bresciano di accorciare ancora sul capoclassifica Bashar Mardini, ottavo assoluto e secondo di categoria con la 911 GT3 Cup di GDL Racing. Terzo di Michelin Cup ha concluso Niccolò Mercatali (Dinamic Motorsport – Centro Porsche Firenze), mentre il decimo posto assoluto consente a Giovanni Berton e AB Racing – Centri Porsche di Roma di muovere ancora la classifica.

Fuori dai giochi, invece, Simone Iaquinta, Simone Pellegrinelli, Gianmarco Quaresmini e Marco Cassarà. Iaquinta, che scattava dalla pole position per Ombra Racing – Centro Porsche Catania, è stato penalizzato con un drive through proprio per partenza anticipata. Pellegrinelli (Bonaldi Motorsport – Centro Porsche Bergamo) e Quaresmini (Dinamic Motorsport – Centro Porsche Brescia) sono invece arrivati al contatto, con il primo che era riuscito a proseguire ma è stato costretto a fermarsi successivamente. La 911 GT3 Cup di Ombra Racing – Centro Porsche Catania condotta da Cassarà è invece stata colpita nei primi giri da quella di Federico Reggiani (Dinamic Motorsport – Centro Porsche Brescia), con il pilota romano finito fuoripista e quest’ultimo escluso dalla classifica.

Nella Silver Cup esordio con vittoria per Alfredo De Matteo. Il 24enne pilota siciliano di Ghinzani Arco Motorsport – Centri Porsche di Milano, in un fine settimana tra apprendistato e progressione, ha preceduto sul podio Vincenzo Montalbano (Ghinzani Arco Motorsport) e il pilota-giornalista Gian Luca Pellegrini, che ha bissato il terzo posto già ottenuto in gara 1 sulla Guest Car di Porsche Italia con livrea dedicata al 70esimo anniversario di Porsche.

A Misano si è anche disputato il secondo appuntamento della Porsche Carrera Cup Italia | Esport, il primo monomarca di simulazione di guida con tappe di qualifica online e tappe finali “onsite” in autodromo in parallelo con quello reale. Dopo la fase disputata da casa attraverso il sito ufficiale http://esport.carreracupitalia.it , il vincitore del secondo round protagonista sui simulatori messi a disposizione nella Hospitality Porsche è Enzo Bonito, vincitore di gara 1, premiato sul podio del Misano World Circuit insieme a Corrado Ciriello (che ha vinto gara 2) e Fabio Diana (che si è aggiudicato gara 3). L’innovativo monomarca organizzato da AK Informatica con, tra gli altri, Porsche Italia, Sparco e il popolare sim game Assetto Corsa di Kunos Simulazioni, ha già segnato oltre 1300 iscritti e vivrà il terzo dei quatto round 2018 al Mugello.

La classifica di gara 2 (domenica)
1. Rovera (Tsunami RT – Centro Porsche Padova) 16 giri in 29’39”622 media di 136,781 km/h; 2. Bertonelli (Dinamic Motorsport – Centro Porsche Bologna) a 3”001; 3. Daniele Cazzaniga (Ghinzani Arco Motorsport – Centri Porsche di Milano) a 3”166; 4. Riccardo Cazzaniga (Ghinzani Arco Motorsport) a 3”456; 5. Segù (Ghinzano Arco Motorsport – Centri Porsche di Milano) a 3”836; 6. Mosca (Tsunami RT – Centro Porsche Padova) a 4”647; 7. De Giacomi (Tsunami RT – Centro Porsche Padova) a 8”090; 8. Mardini (GDL Racing) a 9”505; 9. Mercatali (Dinamic Motorsport – Centro Porsche Firenze) a 10”169; 10. Berton (AB Racing – Centri Porsche di Roma) a 13”043; 11. Pastorelli (Dinamic Motorsport – Centro Porsche Modena) a 17”486; 12. De Matteo (Ghinzani Arco Motorsport – Centri Porsche di Milano) a 19”963; 13. Montalbano (Ghinzani Arco Motorsport) a 35”142; 14. Pellegrini (Guest Car) a 50”422; 15.. Verrocchio (AB Racing – Centri Porsche di Roma) a 2 giri; 16. Pellegrinelli (Bonaldi Motorsport – Centro Porsche Bergamo) a 3 giri.

La classifica di gara 1 (sabato)
1. Rovera (Tsunami RT – Centro Porsche Padova) 17 giri in 29’51”146 media di 144,394 km/h; 2. Mosca (Tsunami RT – Centro Porsche Padova) a 0”421; 3. Fulgenzi (Ghinzani Arco Motorsport – Centro Porsche Latina) a 4”249; 4. Quaresmini (Dinamic Motorsport – Centro Porsche Brescia) a 7”945; 5. Pellegrinelli (Bonaldi Motorsport – Centro Porsche Bergamo) a 10”518; 6. Iaquinta (Ombra Racing – Centro Porsche Catania) a 10”581; 7. Riccardo Cazzaniga (Ghinzani Arco Motorsport) a 10”758; 8. Berton (AB Racing – Centri Porsche di Roma) a 11”398; 9. De Giacomi (Tsunami RT – Centro Porsche Padova) a 14”989; 10. Mardini (GDL Racing) a 16”034; 11. Cassarà (Ombra Racing – Centro Porsche Catania) a 16”586; 12. Bertonelli (Dinamic Motorsport – Centro Porsche Bologna) a 19”325; 13. Mercatali (Dinamic Motorsport – Centro Porsche Firenze) a 20”260; 14. Reggiani (Dinamic Motorsport – Centro Porsche Brescia) a 25”288; 15. Lorenzini (Shade Motorsport) a 26”421; 16. Verrocchio (AB Racing – Centri Porsche di Roma) a 31”971; 17. Daniele Cazzaniga (Ghinzani Arco Motorsport – Centri Porsche di Milano) a 33”723; 18. Piccioli (Ghinzani Arco Motorsport – Centri Porsche di Milano) a 38”195; 19. Pellegrini (Guest Car) a 1’09”792; 20. Pastorelli (Dinamic Motorsport – Centro Porsche Modena) a 1 giro; 21. Palazzo (Ghinzani Arco Motorsport) a 1 giro.

Le classifiche
Assoluta: 1. Rovera p.108; 2. Mosca 86; 3.Bertonelli 73; 4. Quaresmini 58; 5. Fulgenzi 42.
Michelin Cup: 1. Mardini p.66; 2. De Giacomi 52; 3. Mercatali 44; 4. Pastorelli 36; 5. Cassarà 30.
Silver Cup: 1. Lorenzini p.32; 2. Cazzaniga R. 20; 3. De Lorenzi 18; 4. Montalbano e Palazzo 16.
Team: 1. Tsunami RT p.129; 2. Dinamic Motorsport 100; 3. Ghinzani Arco Motorsport 83; 4. GDL Racing 26; 5. Ombra Racing 21.

Calendario Carrera Cup Italia 2018: 27-29 aprile Imola; 11-13 maggio Le Castellet (Francia); 1-3 giugno Monza; 15-17 giugno Misano Adriatico; 13-15 luglio Mugello; 7-9 settembre Vallelunga; 5-7 ottobre Imola (Porsche Festival).

Valuta questo articolo

Nessun voto.
Please wait...


FotoGallery