Pastore-Roma, tutti i dubbi su una trattativa che non convince affatto

Pastore Pastore - LaPresse/AFP

Pastore alla Roma, un affare che non convince sotto diversi aspetti, in primis quello tattico dato che non sarebbe l’ideale per le idee di Di Francesco

Nelle ultime ore di calciomercato si fa un gran parlare del possibile approdo di Pastore alla Roma. Qualcosa però non torna all’interno di questo affare, sotto il profilo economico ed anche tattico. Innanzi tutto la richiesta di 25 milioni sembra essere eccessiva per un calciatore che da anni ormai gioca pochissime partite all’anno, inoltre Pastore ha un contrattone che dovrebbe dimezzarsi e sappiamo bene che i calciatori sono restii a lasciar per strada fior fior di milioni di euro. Ma l’aspetto che convince ancora meno è quello tattico. Non stiamo parlando di un calciatore molto duttile, Pastore è un trequartista, non si scappa. Ma come noto, Di Francesco non utilizza trequartisti nel proprio modulo. A parte qualche sporadica novità, la Roma è quasi sempre scesa in campo con il 4-3-3. Dunque, ci domandiamo, vale davvero la pena compiere sacrifici economici per un calciatore che non si integrerebbe al meglio nelle idee tattiche del tecnico?

Valuta questo articolo

5.0/5 da 1 voto.
Please wait...


FotoGallery