Pallavolo – Nations League: quinto successo consecutivo per l’Italia, stesa 3-0 la Rep. Dominicana

Davide Mazzanti

Le azzurre non lasciano scampo alla Repubblica Dominicana, centrando il quinto successo consecutivo nella Volleyball Nations League

Nella Volleyball Nations League è arrivato il quinto successo consecutivo per la nazionale italiana femminile, oggi vincitrice sulla Repubblica Dominicana 3-0 (25-18, 25-15, 25-20).
Troppo superiori le azzurre di Davide Mazzanti capaci, dopo due match molto combattuti contro Serbia e Olanda, di imporsi senza problemi sulle caraibiche.
La prestazione di oggi chiude per l’Italia un ottimo round: oltre al primo posto del girone e Egonu e compagne hanno raccolto 3 vittorie e 7 punti. Ora la classifica generale vede le azzurre occupare la sesta posizione (21 punti), per accedere alla Final Six, però, superare un’altra formazione. Decisiva sarà la tappa di Eboli (12-14 giugno) dove le ragazze di Mazzanti potranno contare sul calore del PalaSele per affrontare Thailandia, Belgio e soprattutto il Brasile. Analizzando la classifica generale le avversarie più raggiungibili, anche considerando il calendario, sembrano Turchia e Olanda.
Contro la Repubblica Dominicana la migliore marcatrice azzurra è stata Elena Pietrini (15 p.), seguita dalla coppia Cristina Chirichella (ben 6 muri) – Paola Egonu, entrambe a quota 13 punti. L’Italia è stata superiore a muro (10 a 6), in battuta (6 vs 0) e ha commesso meno errori:15 rispetto ai 21 avversari.
Nella prima mattinata di domani l’Italia lascerà l’Olanda e si trasferirà a Eboli, dove si aggiungeranno al gruppo tricolore Serena Ortolani e Alice Degradi. Miriam Sylla e Anastasia Guerra, ferme a causa di tendinopatia alle ginocchia, invece lasceranno il raduno azzurro e inizieranno le terapie riabilitative.
Come formazione iniziale Mazzanti ha confermato Malinov in regia, opposto Egonu, schiacciatrici Bosetti e Pietrini, centrali Danesi e Chirichella, libero De Gennaro. Beatrice Parrochiale è stata schierata da schiacciatrice, viste le assenze di Guerra e Sylla.
Sin dai primi scambi l’Italia ha messo in chiaro le cose e si è portata al comando, mentre la Repubblica Dominicana ha sbattuto spesso contro il muro azzurro, guidato da Chirichella. La nazionale tricolore ha mantenuto sempre un buon ritmo, non permettendo mai alle avversarie di avvicinarsi (21-14). A fissare il punteggio sul (25-18) è stata Anna Danesi.
Senza storia anche la seconda frazione, Malinov ha giostrato bene il gioco e l’Italia ha fatto subito il vuoto. Le azzurre sono sempre state molto attente, mentre la Repubblica Dominicana non è mai riuscita ad impensierire Chirichella e compagne. Ancora più nettamente rispetto al set precedente le ragazze di Mazzanti hanno fatto valere la propria superiorità e hanno chiuso con un perentorio (25-18).
L’unico momento di equilibrio si è vissuto nel terzo parziale, le Dominicane sono partite meglio (6-2), ma l’Italia ha trovato velocemente la parità (11-11). Le caraibiche, nonostante l’infortunio di Jineiry Martinez, hanno risposto colpo su colpo alle azzurre sino al (17-17), per poi tentare l’allungo (17-19). Capito il pericolo Malinov e compagne si sono fatte sentire a muro e hanno sorpassato di forza le avversarie, aggiudicandosi il match (25-20).
DAVIDE MAZZANTI: “È una vittoria importante per il nostro percorso, perché dobbiamo comunque sempre mantenere la giusta consapevolezza su quello che stiamo facendo. Il successo e i tre punti ci servono molto per la classifica generale, adesso avremo la possibilità di giocare tre partite in casa e per me sarà abbastanza emozionante: saranno le prime gare ufficiali sulla panchina azzurra in Italia. Davanti al nostro pubblico ci giocheremo la qualificazione alla Final Six.
Sulla carta questo probabilmente era il round più difficile e l’abbiamo affrontato con grande carattere, riuscendo a crescere all’interno di questi giorni. Lasciando stare le avversarie, la cosa che mi è piaciuta maggiormente è stato vedere le ragazze avvicinarsi sempre di più alla nostra idea di gioco. Ci sono ancora ampi margini di miglioramento e questo mi dà ulteriore entusiasmo, deve essere la spinta per tutta la nostra l’estate
La Volleyball Nations League è una bella competizione, ma inserita in un periodo difficile da gestire dal punto di vista fisico: molte ragazze escono dai play off, senza avere il tempo di recuperare, anche perché questo torneo è molto stressante. Abbiamo due situazioni (Sylla e Guerra Ndr) dove non vogliamo rischiare niente e così la decisione è stata quella di gestirle con la massima precauzione, per potere avere le atlete nelle migliori condizioni il prima possibile.”
OFELIA MALINOV: “Siamo contente del risultato, era una partita da non sottovalutare, durante il corso del torneo abbiamo visto che le sorprese non sono mancate. La Repubblica Dominicana è una buona squadra, hanno delle attaccanti forti, ma noi siamo state molto brave a mettere pressione in battuta, senza lasciargli troppo spazio. Nel terzo set ci sono state delle difficoltà, però il gruppo ha reagito e, una volta ritrovato il nostro gioco, abbiamo chiuso la gara. Questo è stato sicuramente il round più duro, c’erano delle squadre di altissimo livello, e perciò siamo ancora più soddisfatte dei risultati ottenuti. Non vediamo l’ora di tornare in Italia, sono convinta che a Eboli ci sarà tanto pubblico a sostenerci.”

Tabellino: REPUBBLICA DOMINICANA – ITALIA 0-3 (18-25, 15-25, 20-25)

REPUBBLICA DOMINICANA: Martinez B. 14, Eve 6, Pena Isabel 8, Martinez J 6, Arias 2, Marte. Libero: Binet. Lopez 2, Rodriguez, Fernandez (L). N.e: Vargas, Dominguez, Martinez N. Peralta. All. Kwiek
ITALIA: Malinov 2, Pietrini 15, Danesi 4, Egonu 13, Bosetti 11, Chirichella 13. Libero: De Gennaro. Parrocchiale, Lubian 2. N.e: Mingardi, Sylla (L), Fahr, Guerra. All. Mazzanti
Arbitri: Burkiewicz (Pol) e Ozbar (Tur).
Durata Set: 25’, 24’, 28’.
Rep. Dominicana: 0 a, 6 bs, 6 m, 21 et.
Italia: 6 a, 6 bs, 10 m, 15 et.

Risultati e calendario della Pool di Rotterdam, Olanda
Italia, Olanda, Rep. Dominicana, Serbia.
5/6 Italia – Serbia 3-2 (19-25, 25-21, 25-21, 18-25, 15-13); Olanda – Repubblica Dominicana 3-0 (25-22, 25-21, 25-18).
6/6 Serbia – Repubblica Dominicana 3-0 (25-19, 25-20, 25-13); Olanda – Italia 2-3 (25-18, 23-25, 25-19, 15-25, 8-15).
7/6 Repubblica Dominicana – Italia 0-3 (18-25, 15-25, 20-25); Olanda – Serbia (19.30)

La classifica generale
Stati Uniti (11v, 34p); Brasile (10v, 28p); Turchia (9v, 28p); Serbia (9v, 27p); Olanda (8v, 24p); Italia (7v, 21p); Cina (6v, 20p); Russia (6v, 18p); Giappone (6v, 16p); Polonia e Corea del Sud (5v e 14p); Germania (4v, 11p); Belgio (3v, 9p); Rep. Dominicana (2v, 8p); Thailandia (2v, 7p); Argentina (0v, 0p).

Risultati e calendario del 4° Round (5-7 giugno)

Pool 14 Jiangmen, Cina
Cina, Usa, Russia, Brasile.
5/6 Russia – Usa 0-3 (14-25, 18-25, 18-25); Cina – Brasile 2-3 (25-19, 23-25, 25-27, 25-10, 14-16).
6/6 Usa – Brasile 3-1 (25-23, 26-28, 25-21, 25-18); Cina – Russia 3-0 (25-21, 25-19, 25-22).
7/6 Brasile – Russia 3-2 (15-25, 25-21, 25-20, 19-25); Cina – Usa 0-3 (20-25, 22-25, 20-25).

Pool 15 Nakhon Ratchasrima, Thailandia
Thailandia, Turchia, Giappone, Corea del Sud.
5/6 Giappone – Turchia 1-3 (17-25, 23-25, 25-13, 11-25); Thailandia – Corea del Sud 1-3 (16-25, 18-25, 25-20, 24-26).
6/6 Giappone – Corea del Sud 3-0 (25-22, 25-14, 25-20); Thailandia – Turchia 1-3 (20-25, 28-30, 25-18, 19-25)
7/6 Corea del Sud – Turchia 0-3 (19-25, 21-25, 23-25); Thailandia – Giappone 2-3 (25-19, 25-20, 17-25, 19-25, 20-22).

Pool 16 Bydgoszcz, Polonia
Polonia, Belgio, Germania, Argentina.
05/06 Germania – Belgio 3-1 (25-19, 25-21, 22-25, 25-23); Polonia – Argentina 3-0 (25-11, 25-14, 25-20).
06/06 Belgio – Argentina 3-0 (25-22, 25-16, 25-14); Polonia – Germania 3-1 (25-21, 21-25, 25-20, 25-9).
07/06 Argentina – Germania (17.30); Polonia – Belgio (20.30)

Valuta questo articolo

Nessun voto.
Please wait...


FotoGallery