Nazionale, Tavecchio torna a parlare: “esonerare Ventura? Ci ho pensato ma…”

Tavecchio LaPresse/Vincenzo Livieri

Carlo Tavecchio, ex presidente della Figc, ha parlato con un po’ di nostalgia del Mondiale russo che non vede l’Italia tra le partecipanti

“Seguo il Mondiale con simpatia e nostalgia, sono quattro mesi che non dico nulla quindi vuol dire che mi dispiace. Var grande successo? E’ un progetto iniziato nel 2014, accolto da Blatter, e oggi siamo nel 2018”. Queste le parole di Carlo Tavecchio, ex presidente della Figc, prima del convengo ”Un gol al 90°- Quarta Categoria”, in programma in mattinata presso Palazzo Madama, cerimonia di premiazione del primo torneo nazionale di calcio a 7 rivolto ad atleti con disabilità cognitivo-relazionale. “Per chi tifo? Considerando che sono mezzi italiani tiferei Argentina”, ha aggiunto Tavecchio. “Licenziare Ventura prima di Italia-Svezia? E con i soldi di chi? Se erano i miei avrei fatto quello che volevo ma con quelli pubblici non si può fare. Avevamo appena rinnovato il contratto aumentandolo”. Sulla situazione della Figc ha poi aggiunto: “Credo che quanto prima serve restituire una capacità di governo ad una federazione che non merita di essere commissariata. Finché c’ero io non c’era un commissario, hanno capito dopo che bisognava fare un presidente. Se lo avessero fatto non ci sarebbe stato nessun problema”. (Stg/AdnKronos)

Valuta questo articolo

Nessun voto.
Please wait...


FotoGallery