MotoGp – Lorenzo, le vittorie con Ducati e la lotta per il titolo: “noi non abbiamo pressione, Marc invece…”

jorge lorenzo marc marquez / AFP PHOTO / LLUIS GENE

Jorge Lorenzo sereno e felice dopo le due vittorie consecutive con Ducati: adesso il maiorchino crede di poter lottare per il titolo Mondiale

Momento felicissimo per Jorge Lorenzo. Il maiorchino della Ducati, dopo la sua prima vittoria in rosso al Mugello, ha vissuto un weeend da favola al Montmelò, davanti al suo pubblico, conquistando la prima pole in sella alla Desmosedici, e una seconda vittoria consecutiva molto speciale. Dopo l’addio alla Ducati e la firma del contratto con la Honda, che ha sorpreso tutti, Lorenzo adesso sembra aver trovato il suo equilibrio ed è finalmente pronto a dimostrare tutto il suo valore anche in sella alla Ducati, dopo più di un anno complicato, sempre a caccia del feeling perfetto.

jorge lorenzo

/ AFP PHOTO / LLUIS GENE

Lorenzo, adesso, vive tutto senza troppe pressioni, pensando anche ad una possibile lotta per il titolo Mondiale: “la cosa perfetta, per noi, è quella di non avere pressione. Marc, invece…. Tra questa e quella del Mugello, la vittoria più importante resta quella in Toscana. Perché quella dovevo portarla a casa. Siamo umani, e la prima volta è speciale per tutti. Anche questa mi rende felice, ma non è la stessa cosa”, ha raccontato alla rosea.

jorge lorenzo

/ AFP PHOTO / LLUIS GENE

In questi 31 anni, anzi, 25, perché da piccolo non è che capissi chissà cosa, ho imparato che non puoi cambiare il passato. Alcuni giorni fa ero triste all’idea di lasciare un grande team e una sfida difficile: l’idea di lottare per vincere il Mondiale con la Ducati è meravigliosa. Però il mio futuro adesso è brillante e sarà con una moto molto competitiva. Prima, però, voglio provare a finire questo lavoro: due mesi fa pensare che avrei vinto due gare sembrava impossibile, eppure è successo. Abbiamo un pacchetto incredibile, non potremo vincere tutte le gare, ma a ognuna voglio arrivarci potendoci provare. A cominciare da Assen, dove il meteo sarà la variabile da tenere in conto”, ha concluso Lorenzo.



FotoGallery