MotoGp – Jorge Lorenzo e la vittoria al Montmelò: “ecco cosa dico a chi mi critica”

jorge lorenzo Foto Alessandro La Rocca/LaPresse

Jorge Lorenzo sicuro di se stesso: la felicità del maiorchino dopo la vittoria al Montmelò

Jorge Lorenzo ha tirato fuori gli artigli! Dopo la vittoria al Mugello, la prima con Ducati, è arrivato il bis, al Montmelò, davanti al suo pubblico. Il maiorchino della ‘Rossa’, dopo aver conquistato la pole position ieri a Barcellona, oggi ha liderato, ottenendo un’importante e preziosa vittoria, che dimostra finalmente che Jorge Lorenzo è tornato! Secondo posto per Marc Marquez, seguito sul podio da Valentino Rossi.

Sorridente e felicissimo, Jorge Lorenzo, al termine della gara: “abbiamo dimostrato che non solo vinciamo se andiamo primi, sappiamo anche rimontare e sorpassare gli altri. E’ stata una gara complicata per la brutta partenza che ho fatto, ho perso metri con Marc e Iannone, ho detto la gara è lunga dobbiamo stare calmi, in comparazione con Marc avevo qualcosa in più nelle staccate, è stato difficile trovare il momento per superarlo, Marc era lì, ma quando Dovi è caduto e ho visto un secondo ho detto dai questa è l’opportunità di spingere più e andare via“, ha esordito i maiorchino ai microfoni Ducati.

jorge lorenzo

AFP PHOTO / LLUIS GENE

La verità è che, come ho sempre detto quando ero in yamaha, la yamaha tratta i due piloti allo stesso modo e ducati fa lo stesso. Siamo molto pari con Dovi, speriamo di prendere piano piano Marquez che sembra molto lontano. Come ho detto giovedì e ieri abbiamo un pacchetto molto competitivo, adesso la Ducati è la Ducati più completa della storia, io e Dovi siamo competitivi, dobbiamo sfruttare questa opportunità, la moto, tranne Phillip Island e Sachsenring funziona in tutti i circuiti. Andiamo bene con le gomme, siamo in un momento dolce, speriamo di godere questa vittoria e poi martedì mercoledì pensiamo alla prossima gara. Oggi è stato difficile, ho dovuto tenere molto la concentrazione“, ha continuato il ducatista prima di elogiare il suo futuro compagno di squadra: “io penso che come ho detto anche in Argentina, secondo me quando stiamo bene io e Marc possiamo fare la differenza e in questo momento lo stiamo facendo“.

marc marquez jorge lorenzo

/ AFP PHOTO / LLUIS GENE

Quello che cambia è il pilota, Petrucci, per esempio, da fuori se io non fossi alla Ducati penserei che la Ducati è una moto inguidabile, Marc lo vedi con la Honda e pensi che la moto è nervosa, è il pilota che fa la differenza. La Yamaha era una moto più naturale per me ma adesso piano piano mi sto avvicinando a quella percorrenza e fluidità“, ha aggiunto poi Lorenzo prima di specificare, ancora una volta, che i suoi risultati non sono frutto di una reazione avuta dopo l’addio alla Ducati: “c’è molta gente che dice che quello che ha fatto la differenza è stato sapere il mio futuro, ma non è stato così, io dico sempre la verità e se avessi avuto questo pacchetto molto prima i risultati sarebbero stati migliori“.



FotoGallery