Mondiali Russia 2018, il Brasile fa tanto fumo e poco arrosto: la tosta Svizzera frena Neymar!

Mondiali Russia 2018 - Brasile vs Svizzera AFP PHOTO / JOE KLAMAR

Il Brasile pareggia all’esordio contro la solida svizzera dell’ex laziale Petkovic, Neymar e soci devono imperativamente cambiare marcia

Il Brasile si piace, anche troppo. La squadra di Tite sembra quasi specchiarsi quando è in campo, ma contro Nazionali toste come la Svizzera, sarebbe meglio badare alla concretezza. La Verdeoro ha giocato una buona gara, mostrando tutto il suo enorme potenziale, ma qualche leziosità di troppo ha fatto sì che la Nazionale brasiliana sia uscita dal campo questa sera con in tasca solo un punticino. Tanto fumo e poco arrosto per gli uomini di Tite, il quale forse verrà un po’ criticato. Il tecnico avrebbe potuto scatenare Douglas Costa nella ripresa, invece di tenerlo accanto a sè in panchina, optando per lo sterile Renato Augusto.

AFP PHOTO / JOE KLAMAR

Di certo questa gara non comprometterà il passaggio del turno di Neymar e compagni, anzi, forse potrà essere utile come lezione, per evitare di commettere gli stessi errori ed andare un po’ più al sodo nei prossimi impegni. Il Brasile, al di là delle critiche per la gara di questa sera, è e resta la grande favorita di questo Mondiale. Soluzioni infinite nell’11 e dalla panchina, una squadra perfetta, a patto che non cincischi troppo. La Svizzera, dal canto suo, è parsa squadra quadrata, con un nucleo di calciatori che giocano da diversi anni assieme. Una Nazionale senz’altro temibile.



FotoGallery