Mondiali Russia 2018 – Salah non lascerà la Nazionale, l’Egitto fa chiarezza dopo l’ipotesi ritiro

Lapresse

L’Egitto ha negato l’ipotesi che Salah voglia lasciare la Nazionale dopo il soggiorno in Cecenia durante i Mondiali

La nazionale egiziana ha negato che l’attaccante Mohamed Salah stia pensando di ritirarsi dal calcio internazionale con la sua nazionale dopo il loro soggiorno in Cecenia. Secondo la Cnn che cita fonti anonime, Salah sarebbe turbato per essere stato presumibilmente usato come simbolo politico mentre la squadra aveva il ritiro nella capitale della Cecenia, Grozny, per la Coppa del Mondo. A Salah è stata concessa la “cittadinanza onoraria” in occasione di un ricevimento della squadra venerdì ospitato dal leader ceceno Ramzan Kadyrov. La nazionale egiziana ha descritto la notizia della Cnn come “totalmente infondata”.

Il direttore generale della nazionale egiziana Ihab Lahita ha detto che Salah si stava allenando normalmente e si comportava come qualsiasi altro membro della squadra in campo. “È pronto a prendere parte alla partita contro l’Arabia Saudita in buona forma e con buon umore e forza di volontà, come è apparso in ogni momento fino ad ora in campo“, ha detto in un tweet della nazionale egiziana. L’Egitto affronterà l’Arabia Saudita a Volgograd nella sua ultima partita del Gruppo A. Entrambe le squadre giocano solo per il prestigio dopo due sconfitte ciascuna. L’Egitto è stata l’unica delle 32 squadre di Coppa del Mondo ad avere il ritiro nella ex zona di guerra e nella regione a maggioranza musulmana nel sud della Russia. La squadra tornerà al Cairo dopo la partita a Volgograd. I governi occidentali accusano le autorità cecene di essere colpevoli di varie violazioni dei diritti umani. Ma Kadyrov, che è stato fotografato con Salah diverse volte, ha negato gli abusi ed ha contestato che stava usando Salah per scopi di propaganda. (ADNKRONOS)

Valuta questo articolo

Nessun voto.
Please wait...


FotoGallery