‘We don’t cry for you… Argentina’, questo scempio l’hai voluto tu: Sampaoli distrugge il sogno Mondiale

AFP PHOTO / Johannes EISELE

Scelte pessime e gioco inesistente, la Croazia passeggia sull’Argentina e la mette con un piede e mezzo fuori dal Mondiale: se l’Islanda batte la Nigeria è eliminazione aritmetica

Una partita pessima, degna fotografia del Mondiale di questa anonima Argentina, che merita l’eliminazione. L’aritmetica ancora non la condanna, serve che l’Islanda batta la Nigeria per chiudere ‘praticamente’ ogni discorso, ma poco importa dopo aver visto la prestazione degli uomini di Sampaoli al cospetto di una sontuosa Croazia.

AFP PHOTO / Johannes EISELE

Uno scempio mai visto, una Seleccion troppo brutta per essere vera, colpa di un commissario tecnico che definire tale è davvero un eufemismo. Giocatori sconosciuti, fuori ruolo e senza una minima idea di cosa fare con la palla al piede. Il risultato? Un 3-0 che non ammette repliche, figlio di una partita dominata in lungo e in largo dalla Croazia. L’analisi non può che partire dal portiere, una presenza in Premier League quest’anno non può davvero bastare per avere in omaggio la porta dell’Argentina al Mondiale. Caballero se l’è vista consegnare però su un piatto d’argento, rispondendo all’omaggio con una papera colossale che ha spianato la strada all’1-0 di Rebic. Per non parlare poi del resto della difesa, con Tagliafico e Mercado inguardabili. Dalla retroguardia al centrocampo il passo è breve e i risultati identici, con Salvio e Acuna a regalare praterie a Perisic e Mandzukic. Di Maria novanta minuti in panchina per stare a guardare Meza, inconsistente e fumoso come un arrosto andato a male.

AFP PHOTO / Kirill KUDRYAVTSEV

Ci siamo dimenticati di qualcuno? Ah sì, di Lionel Messi. Il dubbio se fosse in campo è sorto più di una volta, solo qualche tiro fuori dallo specchio ha ricordato la sua presenza sul terreno di gioco. Confronto con Cristiano Ronaldo perso malamente, zero gol e un’eliminazione che domani potrebbe diventare realtà. La maglia dell’albiceleste continua ad essere indigesta per il fenomeno del Barcellona, davvero deludente proprio nel momento in cui il suo Paese avrebbe avuto bisogno di lui. All’AFA a questo punto non resta che una sola cosa, strappare il tesserino di Sampaoli perché, con qualsiasi altro commissario tecnico, l’Argentina a quest’ora sarebbe agli ottavi con un turno d’anticipo, invece si ritrova con un piede e mezzo nella fossa. Una situazione davvero imbarazzante, urgono davvero provvedimenti immediati.

Valuta questo articolo

Nessun voto.
Please wait...


FotoGallery