Milan, nuvoloni neri si addensano dopo l’udienza con l’Uefa: tragico pessimismo in casa rossonera

LaPresse/Spada

Secondo quanto trapela dall’ambiente Milan, la sentenza dell’Uefa escluderà il Milan dalla prossima edizione di Europa League

E’ terminata a Nyon, in Svizzera, l’udienza davanti alla Camera giudicante dell’Uefa del Milan. La delegazione rossonera capeggiata dall’amministratore delegato Marco Fassone, arrivata poco prima delle 9, ha illustrato alla camera giudicante, chiamata a decidere sulle sanzioni al club, la memoria difensiva presentata nei giorni scorsi per scongiurare il rischio di una esclusione dalla prossima Europa League dopo la bocciatura del settlement agreement. Dopo l’udienza, durata due ore (più dei 60 minuti previsti), Fassone ha espresso pessimismo circa il verdetto della commissione giudicante, che dovrebbe con ogni probabilità escludere il Milan dalle coppe europee. Nel caso in cui ciò dovesse accadere, l’amministratore delegato rossonero ha sottolineato come si rivolgerà al TAS di Losanna, provando a scongiurare un danno economico enorme derivante da un’eventuale decisione afflittiva dell’organismo europeo. Come se non bastasse, il Milan potrebbe anche ricevere una pena accessoria, si parla di una multa che potrebbe aggirarsi sui 15 milioni di euro. La situazione quindi è nera, la società di Yonghong Li rischia davvero grosso.

Valuta questo articolo

Nessun voto.
Please wait...


FotoGallery