Mercato NBA – Rudy Gay non eserciterà la player option nel suo contratto: rinnovo o addio agli Spurs?

LaPresse / EFE/GEORGE FREY

Rudy Gay non eserciterà la player option presente nel suo contratto: per l’ex Kings possibile la rifirma a cifre più alte o l’addio

Momento di grande incertezza in casa Spurs. Messo per un po’ da parte il discorso Kawhi Leonard, grana principale per la franchigia texana, sembra incerto anche il futuro di Rudy Gay. L’ex Sacramento Kings, stando a quanto si legge su ESPN, non sembra voler esercitare la player option presente nel suo contratto. Con 21.6 minuti di media e 11.5 punti segnati, giocando spesso insieme alla second unit, il giocatore potrebbe fare gola a diverse altre franchigie, oppure forte di una ritrovata solidità fisica (dopo due anni bersaglia da infortuni nei quali ha giocato solo 87 partite), Rudy Gay potrebbe voler uscire dal contratto per poi rifirmare a cifre più alte ma sempre con gli Spurs.



FotoGallery