Giornalisti: Inpgi chiede danni a colleghi, Unci ‘richiesta intimidatoria’ (2)

(AdnKronos) – Ad essere in discussione, per il presidente dell’Unci Galimberti, ci sono “il diritto di cronaca e di critica” e in questo senso “è paradossale che la Federazione Nazionale della Stampa, che ogni giorno difende la libertà di espressione e lotta contro le querele temerarie, taccia”. Si dice “scioccata” la D’Alessandro per ricevere questa richiesta proprio dall’Inpgi, “dopo aver pubblicato oltre mille pezzi sul nostro blog e non aver mai ricevuto una querela”. Parole condivise da Cimini: “Avremmo volentieri pubblicato un comunicato o una richiesta di rettifica senza essere oggetto di questa azione spropositata e fuorviante”.
Nell’articolo ‘incriminato’, i due cronisti “si chiedevano se i giornalisti fossero contenti che la loro Cassa non si era costituita a tutela degli eventuali danni, come avevano fatto invece le altre Casse che nel procedimento risultavano danneggiate”. Per Galimberti “non è accettabile dal punto di vista dell’opportunità, e soprattutto della libertà di stampa, un’azione intimidatoria come quella dell’Inpgi di fronte ad un articolo, a mio modo di vedere, assolutamente pacato e corretto”. Per i due cronisti l’udienza è fissata per il 19 novembre prossimo al Tribunale civile di Roma.



FotoGallery