F1, finisce il rapporto con la Renault: sarà la Honda a fornire i motori alla Red Bull a partire dal 2019

Photo4/LaPresse

La Red Bull ha ufficializzato la fine del rapporto con la Renault, sottolineando come dalla prossima stagione sarà la Honda a fornirle le power unit

Mancava solo l’ufficialità, adesso è arrivata anche quella. La Red Bull lascia la Renault dopo dodici anni e si affida alla Honda, che fornirà al team di Milton Keynes le power unit per le prossime due stagioni.

Photo4 / LaPresse

Un accordo biennale che soddisfa e non poco Chris Horner, attratto dalla crescita dei motori giapponesi avvenuta negli ultimi mesi: “questo accordo pluriennale con la Honda è l’inizio di una nuova entusiasmante fase in cui la Red Bull proverà a competere non solo per le vittorie nelle singole gare, ma anche per quello che è sempre il nostro obiettivo principale: i titoli Mondiali. Crediamo che questa collaborazione ci consentirà di competere ad un livello ancora più alto, e dopo un’attenta valutazione siamo certi che questa partnership con Honda è la giusta direzione per il Team. Siamo rimasti colpiti dall’impegno della Honda in F1 e dai loro rapidi passi fatti in questi ultimi tempi con la Toro Rosso, la loro ambizione corrisponde alla nostra. Non vediamo l’ora di lavorare con Honda nei prossimi anni e di correre insieme alla ricerca dei più traguardi in Formula 1. L’accordo di Honda con entrambi i team Red Bull di Formula 1 offre un potenziale enorme. Honda avrà accesso a una grande quantità di dati da entrambi e questo garantirà la possibilità di uno sviluppo più rapido, efficace e competitivo”.

LaPresse/Reuters

Si tratta di un vero e proprio riscatto per la Honda che, solo dodici mesi fa, incassò il doppio addio di McLaren e Sauber: “avendo stabilito un ottimo rapporto con la Scuderia Toro Rosso – le parole di Takahiro Hachigo, il presidente della Honda – abbiamo deciso di estendere il nostro coinvolgimento in Formula 1 all’altra squadra della famiglia Red Bull a partire dalla stagione 2019. Avere due squadre significa che possiamo ampliare la nostra presenza in Formula 1 disponendo di due ‘banche dati’ che ci aiuteranno nel lavoro. Riteniamo che lavorare con Toro Rosso e Red Bull Racing ci consentirà di avvicinarci al nostro obiettivo di vincere gare e campionati, costruendo due solide partnership. Le trattative si sono svolte molto rapidamente, grazie all’approccio aperto e rispettoso della Red Bull nei nostri confronti che ha portato a un accordo equo per entrambe le parti”.

LaPresse/Photo4

Non mancano infine i ringraziamenti da parte di Horner alla Renault: “vorremmo ringraziare la Renault per la cooperazione degli ultimi 12 anni, un periodo durante il quale abbiamo vissuto insieme momenti incredibili. A volte abbiamo avuto divergenze, ma la Renault ha sempre lavorato instancabilmente e al massimo delle sue capacità per fornirci una power unit competitiva. Vorremmo ringraziare il team Renault, e in particolare i ragazzi che lavorano nel nostro box in ogni gara, che ci garantiscono sempre il loro massimo impegno, e non vediamo l’ora di porre fine alla nostra partnership con degli ottimi risultati. Il nostro obiettivo per il resto è ancora quello di ottenere i migliori risultati possibili nel campionato 2018 e auguriamo a Renault Sport il meglio per il futuro“.



FotoGallery