F1, scintille Magnussen-Raikkonen in Francia: il pilota della Ferrari messo under investigation dai commissari di gara

Raikkonen Photo4 / LaPresse

Il pilota della Ferrari è stato messo under investigation dopo la fine delle qualifiche per aver ostacolato Magnussen, ma poi è stato assolto

Un sabato sera con il brivido per Kimi Raikkonen, messo under investigation per il comportamento tenuto in pista nella Q3 delle qualifiche del Gp di Francia. Il pilota della Ferrari è stato ascoltato dai commissari di gara per aver ostacolato Kevin Magnussen, costretto ad abortire i proprio tentativi per l’andatura lenta del finlandese.

Photo4 / LaPresse

Gli steward hanno analizzato poi la situazione, decidendo comunque di assolvere Raikkonen. La questione non è andata giù al pilota della Haas, che non le ha mandate a dire al collega della Ferrari: “stava andando tutto bene, abbiamo portato entrambe le vetture in Q3, ma poi non abbiamo ottenuto nulla dalla sessione. È stata una buona prestazione fino alla terza manche. Non ho fatto un giro pulito nel Q3, ho avuto Räikkönen che mi ha superato nel mio giro più veloce, poi mi ha lasciato indietro di nuovo. Ero davvero infuriato. Cosa stava facendo? Si era fottuto tutti i suoi tentativi, aveva benzina per non so quanti giri. Pensavo stesse tornando ai box, e invece nel giro successivo ci ha riprovato. Mi ha sorpassato poi ha nuovamente rallentato. E invece di andare ai box si è rilanciato. Ha provato a spingere per tre giri di fila e non aveva senso. Era impossibile prevedere cosa stesse facendo. Non so, se sei così confuso, almeno non metterti sulla traiettoria degli altri! Per me è un modo di guidare sbagliato, non so cosa ne pensino gli steward. Lui stesso non aveva idea di cosa stesse facendo, era disperato nel tentativo di mettere insieme un giro. Era semplicemente disperato”.



FotoGallery