Terrosismo: Mattarella, D’Antona uomo del dialogo al servizio del progresso

Roma, 20 mag. (AdnKronos) – “Il vile assassinio del professor Massimo D’Antona, diciannove anni or sono, ha privato la nostra comunità nazionale di un serio riformatore, di un uomo del dialogo, di un’intelligenza al servizio del progresso civile, sempre attenta alle ragioni del lavoro”. Lo dichiara il presidente della Repubblica, Sergio Mattarella.
“In questa giornata di memoria e di solidarietà, intendo esprimere la mia vicinanza alla moglie Olga e ai suoi familiari, oltre che unirmi a tutti coloro che hanno conosciuto D’Antona, che gli sono stati amici, che hanno condiviso con lui la passione degli studi e l’impegno per politiche utili a una migliore coesione e a uno sviluppo del Paese. I brigatisti lo colpirono con ferocia disumana, quando già il terrorismo rosso era stato sconfitto, isolato, e di fatto ridotto a bande di killer”, ha sottolineato.



FotoGallery