Il Sassuolo tuona dopo mille polemiche: “Sentire alcune cose su di noi non fa piacere”

Carnevali LaPresse/Alessandro Fiocchi

Il Sassuolo, per bocca dell’ad Giovanni Carnevali, ha alzato la voce in merito alle recenti chiacchiere venutesi a creare attorno al club neroverde

Sentire alcune cose su di noi sicuramente non fa piacere. Non abbiamo nulla nei confronti dell’Inter a cui riconosciamo grandissima professionalità. C’è anche un ottimo rapporto tra le due società, purtroppo però le parole sono venute fuori da altri e sicuramente non hanno fatto bene. Noi sappiamo la nostra professionalità, ma deve essere riconosciuta da parte di tutti”. Lo dice l’ad del Sassuolo, Giovanni Carnevali, in riferimento a chi prima della partita di campionato con l’Inter dava già per sconfitti i neroverdi. Tracciando un bilancio della stagione, a salvezza acquisita, Carnevali dice: “La stagione non è partita nel migliore dei modi, Bucchi purtroppo ha pagato il dopo Di Francesco ma qualsiasi allenatore al posto suo avrebbe avuto difficoltà. Abbiamo cercato di cambiare il meno possibile la squadra, mantenendo i pezzi più importanti e tenendo lo zoccolo duro perché sapevamo che poteva essere un campionato difficile. Iachini poi ha fatto ottimo lavoro, è riuscito a risolvere le problematiche nella testa dei giocatori e a raggiungere la salvezza a due giornate dalla fine, al di là del risultato di domenica molto importante per noi”. Sul futuro del tecnico, Carnevali spiega poi che “nei prossimi giorni ci incontreremo con la società per definire le strategie e parleremo anche con lui per sapere cosa pensa. E’ giusto dare i meriti a Iachini così come ai ragazzi che hanno dimostrato di essere un bel gruppo”. Poi, su Berardi: “Lui per noi è un giocatore importante e in queste stagioni abbiamo cercato di fare di tutto per trattenerlo, man c’è sempre stata la volontà anche da parte del calciatore di rimanere. Quest’anno non ha fatto un campionato eccezionale, ma ha finito in crescendo. Ci piacerebbe continuare un percorso con lui, ma come sempre faremo le giuste valutazioni con i giocatori per capire quale sia la soluzione migliore. Se Berardi potesse essere la bandiera del Sassuolo non ci dispiacerebbe”. (Spr/AdnKronos)

Valuta questo articolo

Nessun voto.
Please wait...


FotoGallery