Pd: Vazio, Statuto smentisce area Martina su reggenza presidente assemblea

Roma, 14 mag. (AdnKronos) – “Stupisce leggere quel che l’area Martina sosterrebbe sullo Statuto del Pd, ovvero che, nel caso di mancata elezione di un nuovo segretario e quindi di suo scioglimento, esso non prevede la reggenza del Presidente dell’Assemblea nazionale”. Lo dichiara Franco Vazio, deputato del Partito democratico, a proposito delle affermazioni attribuite all’area Martina sullo statuto del partito.
‘Secondo l’art. 5 dello Statuto al comma 2 ‘ continua – ‘Quando ricorrano i casi di scioglimento anticipato dell’Assemblea … il Presidente dell’Assemblea nazionale indice l’elezione entro i quattro mesi successivi…’. D’altronde, se il Presidente non mantenesse queste prerogative e fosse anche lui travolto dallo scioglimento dell’Assemblea, come farebbe a convocare il congresso per l’elezione del nuovo segretario?”.
“è sufficiente leggere per comprendere che in passato non è servito, così come oggi non servirebbe un accordo unanime perché il Presidente dell’Assemblea Nazionale prosegua nelle sue funzioni, convochi il Congresso e compia gli atti necessari nell’interesse del Partito Democratico sino all’elezione del nuovo Segretario. Anche al di là della lettura dello Statuto, soccorre il buon senso. Qualcuno può pensare che il Pd, il secondo partito del Paese, possa restare sino al termine del congresso senza una figura politica istituzionale? Amare il Pd significa avere cura del suo futuro e lavorare per evitare che ogni questione, anche la più ragionevole, possa essere utilizzata per utilità politiche di parte e per consumare lacerazioni poi difficili da curare”, conclude.

Valuta questo articolo

Nessun voto.
Please wait...


FotoGallery