Nazionale, le rivelazioni di Mancini: “Buffon continua ed è convocabile! Su Balotelli…”

Mancini AFP PHOTO / Carlo BRESSAN

Il tecnico della Nazionale italiana, Roberto Mancini, ha iniziato quest’oggi la sua esperienza sulla panchina azzurra con una lunga conferenza stampa

Il neo Ct della Nazionale italiana, Roberto Mancini, ha parlato quest’oggi in conferenza stampa nel giorno del suo esordio vero e proprio sulla panchina azzurra. A Coverciano è iniziato il raduno dell’Italia in vista delle prossime amichevoli, con il nuovo gruppo scelto dal Mancio che inizierà ad essere plasmato dal Ct. Subito una notizia importante data da Mancini, Buffon è ancora eleggibile pe l’Italia: “Ho parlato al telefono con Buffon, mi ha spiegato le sue intenzioni di continuare a giocare, perciò può essere preso in considerazione in futuro. Buffon non farà la partita di addio perché giocherà ancora. De Rossi non è escluso definitivamente, tutti i migliori sono convocabili, porta chiusa a nessuno. Tra otto mesi avremo partite importanti e avremo bisogno dei migliori. Non sono un mago, nessun allenatore lo è: ci vorrà tempo per formare un gruppo forte come quelli del passato. Sono fiducioso. Squadra giovane, molti alle prime esperienze, giocare le coppe europee potrà servire. Il lavoro sarà più faticoso, ma la Nazionale migliora tutti”.

Successivamente Mancini ha affrontato i casi Perin e Balotelli: “Per un portiere non giocare con regolarità è problematico. Se Perin cambia maglia, ha le qualità per imporsi ovunque. Gerarchia azzurra dei portieri? In queste tre partite giocheranno sia Donnarumma che Sirigu e Perin, per il resto dovrò conoscerli meglio, compresi altri che non sono qui ora. Balotelli? Mi ha detto buongiorno mister! L’ultima volta che ci siamo visti quattro anni fa, ora ha due bimbi e sarà più maturo. Nel ranking vedo squadre davanti a noi che non sono superiori, dovremo risalire in fretta. Da sempre abbiamo un deficit con le amichevoli, ma in queste tre partite dovremo far bella figura”.



FotoGallery