MotoGp, Valentino Rossi fiducioso: “è stato un buon inizio, vi dico cosa ci permette di essere competitivi”

AFP/LaPresse

Valentino Rossi ha analizzato la prima giornata di libere andata in scena oggi a Le Mans, esprimendo le sue sensazioni per il prosieguo del week-end

Dopo la sessione di questa mattina a Le Mans, i piloti della MotoGp sono tornati in pista per le seconde prove libere del Gp di Francia. Se al mattino il più veloce è stato un ottimo Marc Marquez, che ha beffato sul finale Andrea Dovizioso (QUI l’articolo dei tempi delle FP1), nel pomeriggio è stato il ducatista, fresco di rinnovo, ad avere la meglio.

AFP/LaPresse

Alle spalle di Dovizioso il suo rivale Marc Marquez, seguito da una tripletta Yamaha che fa sorridere Valentino Rossi, soddisfatto per il comportamento della sua M1: “è stato un buon inizio perché la nostra moto su questa pista lavora bene, quindi si può spingere e ci sono buone sensazioni. La temperatura un po’ più fredda può aiutarci, ma non solo quella. Penso che la tipologia della pista e l’asfalto nuovo con molto grip possa andare a nostro favore. Riusciamo ad essere veloci con le gomme usate ed è importante per la gara, tuttavia è solo venerdì e ci sono molte cose da fare ancora. Ho girato con un buon passo e anche con le gomme usate riesco a tenere un’andatura piuttosto veloce. Alla fine ho chiuso un buon giro e mi ritrovo nei primi tre. Ci sono ancora tante cose da fare, come scegliere le gomme, ma come primo giorno è stato positivo.

AFP/LaPresse

 La scelta delle gomme sarà una cosa molto importante per la gara di domenica, io questa mattina ho fatto tanti giri con la soft e andavo abbastanza bene, ma secondo me è una gomma abbastanza al limite, quindi non so se riusciremo a usare la soft in gara. Se qualcuno dovesse riuscirci potrebbe essere un vantaggio. Al momento è andata meglio di quanto potessi sperare, perché sapevo che dovevo soffrire a Jerez, ma quando siamo andati a fare i test al Mugello, dove di solito andiamo forte, non sono riuscito a essere abbastanza veloce nemmeno lì, quindi pensavo di soffrire di più qui in Francia. E, invece, Le Mans è una pista che alla nostra moto piace e quindi è andata bene. Secondo team Yamaha? Ho parlato proprio questa mattina con i giapponesi e mi hanno detto che per loro sarebbe meglio avere quattro moto sulla griglia. Vi riporto quello che mi hanno detto. Io spero che anche un altro team possa avere le Yamaha e ci possano essere quattro M1 in griglia perché favorisce lo sviluppo durante la stagione e permette di avere più dati da analizzare“.

Valuta questo articolo

Nessun voto.
Please wait...


FotoGallery