MotoGp – Puig catastrofico su Lorenzo e pungente verso Zarco: “lui e il suo manager di hanno ingannato”

Alberto Puig Team Manager Honda LaPresse/Simone Rosa

Alberto Puig non ha dubbi: la situazione di Lorenzo in Ducati e quella frecciatina a Zarco e al suo manager

Reduci dal Gp di Le Mans, vinto da Marc Marquez, salito sul podio con Petrucci e Rossi, i piloti della MotoGp sono scesi nuovamente in pista, nella giornata di ieri, sul circuito di Barcellona, per testare la pista riasfaltata durante l’inverno. Buone sensazioni per Vinales, il più veloce di giornata, seguito da Zarco e Lorenzo. Settimo tempo invece per il campione del mondo Marc Marquez. Una giornata importante di lavoro per i team della categoria regina con la mente già al Gp del Mugello del prossimo 3 giugno. In attesa della gara italiana, è ancora il mercato piloti a far parlare nel paddock della MotoGp.

AFP PHOTO / JEAN-FRANCOIS MONIER

Intervistato da Movistar Tv, Alberto Puig, team manager Honda, ha voluto aprire una parentesi sulla questione Lorenzo e la sua difficile situazione in Ducati: Jorge non si è mai abituato a questa moto e mai si abituerà, non penso di dire nulla di nuovo, anche perché lo sa anche lui, ha preso la decisione di cambiare Casa e al momento ne sta pagando le conseguenze. Quando cambi nella vita è per cercare qualcosa di nuovo, che ti renda felice, purtroppo non è andata in quella direzione e anche lui ne è consapevole. Direi che in questo matrimonio ci ha perso la MotoGP, dal momento che manca un big tra i contendenti per il titolo. Quando non trovi la fiducia in una moto non puoi fare altro che cambiare i campioni sono persone con coraggio e orgoglio, di conseguenza non penso che accetti l’attuale situazione. Rimango dell’idea che l’unica soluzione è cambiare squadra e se questo sarà fattibile o meno non lo so”.

zarco

/ AFP PHOTO / JEAN-FRANCOIS MONIER

Puig ha poi rilasciato un’importantissima rivelazione riguardante Zarco: “ho chiesto a Johann se un giorno avremmo mai parlato, in modo totalmente informale, lui ha risposto che mi avrebbe tenuto informato, ma da quello che abbiamo visto tutti aveva già firmato con KTM. Diciamo che lui e il suo manager mi hanno ingannato, non mantenendo la parola, da parte nostra tengo comunque a sottolineare che non c’è mai stata una vera offerta. Personalmente, penso che se vuoi misurarti con un gran pilota devi prendere la sua stessa moto, altrimenti è molto complicato confrontarsi”.

marquez valentino rossi

LaPresse/Costanza Benvenuti

Infine anche un commento su Valentino Rossi e sull’incidente di Termas de Rio Hondo con Marc Marquez: “Valentino è un fenomeno, penso sia un grande campione e pilota con un sacco di abilità,  soprattutto, ha dentro di sé molta ambizione e tanto orgoglio, sono convinto che passerà alla storia. Marc ha commesso un errore, è stato evidente, ma di sicuro non intenzionalel’unica cosa che abbiamo potuto fare è chiedere subito scusa per l’accaduto e rimanere calmiPurtroppo le nostre scuse non sono state accolte, di conseguenza non potevamo fare altro. Per noi è comunque finita lì”.



FotoGallery