Mostre: Padova da domani celebra Gaetano Pesce (3)

(AdnKronos) – (Adnkronos) – Tutto questo è il mondo di Gaetano Pesce, che mette la curiosità anche al centro di due progetti architettonico urbanistici di grande originalità e spessore dedicati a Padova: Passeggiata per Padova, 2015 e Padova onora Galileo, 2015, che verrà presentato per la prima volta al pubblico in occasione della mostra. Naturalmente non mancheranno le opere più celebri del designer, come la poltrona fuori scala UP 56 (4 metri di altezza), vestita di abiti femminili provenienti da diverse epoche e luoghi e attorniata da sei colonne sulle quali figurano le teste di sei belve feroci.
Una seduta di quasi mezzo secolo fa, ma dal significato attualissimo, che denuncia un fenomeno purtroppo ancora molto diffuso: le paure dell’uomo che si trasformano in violenza sulle donne (installazione resa possibile dal contributo di Gobbetto resine). E ancora un progetto inedito, mytime, nato nel lontano 1974, ai tempi della mostra ‘Le Futur est peut-etre passe”, quando Pesce rifletteva sul tempo come fattore irripetibile e proponeva un grande ingranaggio con una sola lancetta che con un giro completo segnava il tempo ideale della vita (80 anni).
All’esterno del Palazzo della Ragione, come continuum del dialogo dell’artista con la città tanto cara, svetteranno due delle sue opere più imponenti: la “Maestà Tradita”, una scultura che ricorda ancora la sofferenza della donna ‘martire”, e la celebre ‘Italia in Croce”, del 1978, un lavoro che rappresenta la sofferenza del nostro Paese a fine anni ’70, a causa della negatività e del pessimismo di molti dei suoi cittadini e dirigenti e di una classe politica insoddisfacente.

Valuta questo articolo

Nessun voto.
Please wait...


FotoGallery