Milano: Guzzetti, istituzioni devono collaborare per il bene comune

Milano, 15 mag. (AdnKronos) – “Le istituzioni devono collaborare per il bene comune. Per noi essere a fianco delle istituzioni della città è una prerogativa che, da un lato, si manifesta certamente in modo concreto con l’apporto economico ai progetti, ma non è solo questo l’aspetto che domina la relazione, bensì la comunione di intenti: la coesione sociale è l’obiettivo, far sì che chi vive nelle nostre comunità si senta realizzato ed integrato”. Così Giuseppe Guzzetti, presidente di Fondazione Cariplo, durante l’incontro con il prefetto di Milano Luciana Lamorgese. Si è trattato di un incontro di lavoro e di conoscenza che ha fatto emergere una linea comune.
Le due istituzioni hanno allo studio ipotesi di collaborazioni per costruire specifici progetti di coesione e inclusione sociale e avviare iniziative volte ad assicurare migliori condizioni di vita e di integrazione per uno sviluppo armonico ed equilibrato del territorio. Alla città di Milano e provincia, la Fondazione Cariplo ha destinato dalla sua nascita nel 1991 ad oggi oltre un miliardo e 300 milioni di euro per sostenere più di 11mila progetti.
“Una cifra imponente, quasi incredibile. Eppure non è ostentando i numeri che concorre a costruire una relazione virtuosa con le istituzioni: è il metodo con cui la relazione e i progetti vengono portati avanti che fanno la differenza”, aggiunge ancora Guzzetti. “Oggi – dice – siamo qui per questo, venerdì eravamo con il sindaco nelle periferie, alcune settimane fa con l’Arcivescovo di Milano. Fare rete tra le istituzioni concretamente e passare all’azione. Se Milano, oggi, è la città che è, credo sia anche il frutto di questo modello, con cui si agisce da tempo”. Per il 2018, in testa all’agenda della Fondazione ci sono le povertà, l’impegno per la creazione di occupazione, per l’housing sociale sul fronte dell’accesso alla casa, per l’assistenza alla persone in tema di welfare, l’attenzione verso le periferie. Tutti aspetti che insieme contribuiscono alla coesione sociale.

Valuta questo articolo

Nessun voto.
Please wait...


FotoGallery