Martina Hingis la tocca piano: “stagione tennistica troppo lunga? Poi a dicembre giocate le esibizioni per soldi”

LaPresse/PA

Martina Hingis ha rilasciato il suo parere, come sempre schietto e sincero, in merito alle critiche sulla lunghezza del calendario tennistico

Spesso capita di sentire i tennisti lamentarsi della lunghezza eccessiva della stagione tennistica. Eppure nonostante nel calendario maschile gli appuntamenti obbligatori siano gli Slam e i 1000 (Montecarlo escluso), i calendari sono spesso pieni di tornei minori utilizzati per ‘arrotondare’. Martina Hingis, che qualche stagione tennistica se l’é lasciata alle spalle, ha espresso il suo parere su questo particolare argomento:

“si parlerà sempre della programmazione. Ogni atleta deve sapere come fare la propria e ciò che è buono per sè. Io ho avuto alcune pause, magari giocare qualche torneo, poi avere un paio di settimane per recuperare le forze, e poi qualche altro torneo. Si basa tutto sulla resistenza e sugli aspetti su cui ti concentri nella preparazione invernale. Abbiamo due mesi e mezzo di off-season, se questo non è un tempo sufficiente non so quale altro lo sia! Ma tutti hanno giocato la IPTL perchè è lì che facevano i soldi. E tutti vogliono giocare esibizioni, quindi non capisco perchè si lamentano che la stagione è troppo lunga, quando tutti giocano esibizioni a dicembre”

Valuta questo articolo

Nessun voto.
Please wait...


FotoGallery